eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Editoriale · XNUMX€ Ultime notizie da Israele · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Il disastro per l'industria turistica israeliana comporta restrizioni di viaggio

Israele annuncia un piano di ricostruzione del turismo
Il ministro israeliano del turismo Orit Farkash-Hacohen
Scritto da La linea dei media

I gruppi culturali dagli Stati Uniti già prenotati potranno viaggiare in Israele, ma nessuno sa cosa ci sarà dopo il mercato del turismo in entrata in Israele.

Stampa Friendly, PDF e Email

Di Aron Rosenthal / The Media Line

  1. Visitatori provenienti da Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Grecia tra coloro che devono ora autoisolarsi all'arrivo
  2. Israele stava per dire addio al COVID-19 e salutare il turismo, quando il COVID-19 è tornato.
  3. Israele ha bandito le persone non vaccinate da molti luoghi, comprese le sinagoghe.

Qualsiasi illusione ancora nutrita da turisti e imprenditori sul fatto che i viaggi in Israele torneranno alla normalità in qualsiasi momento sono stati dissipati dall'annuncio di questa settimana del Ministero della Sanità che a partire dall'11 agosto tutti coloro che arrivano da altri 18 paesi dovranno entrare in completo isolamento, indipendentemente dalla loro età e dal fatto che siano stati vaccinati o guariti dal nuovo coronavirus.

I paesi da aggiungere all'elenco "Severe Travel Warning" sono Botswana, Bulgaria, Cuba, Repubblica Ceca, Egitto, Eswatini (precedentemente noto come Swaziland), Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Malawi, Paesi Bassi, Tanzania , Ruanda, Tunisia, Ucraina e Stati Uniti.

L'ultimo elemento di questa lista è quello che più riguarda gli imprenditori del settore turistico e ricettivo. Questo perché gran parte dei gruppi che sono entrati nel paese come parte di un programma pilota, o attraverso il programma Birthright, proviene dagli Stati Uniti.

Già nella lista dei "Severe Travel Warning" ci sono Cambogia, Colombia, Fiji, Guatemala, Honduras, Mongolia, Myanmar, Namibia, Emirati Arabi Uniti e Zimbabwe.

E Israele ha vietato ai suoi cittadini di viaggiare in 14 paesi - Argentina, Bielorussia, Brasile, Cipro, Georgia, India, Kirghizistan, Messico, Turchia, Russia, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Uzbekistan - a meno che non ottengano il permesso da un comitato di eccezione.

Un portavoce del tour operator Rent a Guide, ha dichiarato a The Media Line: "In questo momento, gli Stati Uniti erano uno dei principali paesi che [hanno inviato persone] in Israele come turisti, [e questo] ora è stato messo sotto un 'arancione ' etichetta, il che significa che dovranno essere in autoisolamento per almeno sette giorni".

Anche prima dell'ultimo annuncio del governo, il turismo in entrata individuale non era consentito, ma ad alcuni gruppi veniva concesso un permesso speciale per entrare nel paese attraverso il programma pilota o attraverso viaggi di istruzione.

Circa 1,500 turisti hanno visitato Israele a luglio attraverso il progetto pilota del Ministero del Turismo.

"La maggior parte dei gruppi ha avuto origine negli Stati Uniti, con altri provenienti da Europa, Regno Unito e Sud America", ha detto il ministero a The Media Line.

Il portavoce di Rent a Guide ha dichiarato: "Gruppi come Taglit-Birthright sono stati ammessi, ma immagino che probabilmente si fermerà ora perché se le persone degli Stati Uniti, da dove proviene la maggior parte dei gruppi Birthright, devono avere almeno sette giorni di autoisolamento, immagino che non verranno a stare sette giorni in autoisolamento prima di iniziare a viaggiare [in Israele]”.

Ventidue gruppi di turisti statunitensi sono stati autorizzati a viaggiare ad agosto, ha detto a The Media Line un portavoce del ministero del Turismo, aggiungendo però che “è naturale che, a seguito delle nuove restrizioni, ci sarà un riduzione del numero di arrivi di turisti di gruppo. È difficile in questa fase iniziale valutare l'entità del danno, poiché la situazione può cambiare in qualsiasi momento”.

Oren, un manager degli hotel Rothschild e Diaghilev di Tel Aviv, ha dichiarato a The Media Line che entrambi sono preoccupantemente vuoti.

“Posso dirti che sostanzialmente, in questo momento, la maggior parte dei turisti nei nostri hotel sono israeliani; non c'è molto turismo straniero", ha detto.

Alla domanda sulle prospettive per l'industria alberghiera israeliana entro la fine dell'anno, Oren ha risposto dicendo: "Penso che avremo un quarto blocco nei prossimi due mesi".

L'annuncio del governo arriva mentre la variante delta più infettiva di COVID-19 continua a diffondersi in tutto il paese, con nuove infezioni che ora raggiungono una media di oltre 3,000 al giorno.

Con i nuovi casi che raggiungono il 32% del picco del 16 gennaio e sono in aumento, martedì l'Ufficio del Primo Ministro ha annunciato che prenderà in considerazione l'attuazione di severe misure restrittive.

“Evita gli assembramenti e vai a vaccinarti – ora. Altrimenti, non ci saranno alternative all'imposizione di restrizioni più severe, compresi i blocchi", ha affermato il primo ministro Naftali Bennett.

Il ministro della Difesa Benny Gantz, ha rafforzato il messaggio del primo ministro, dicendo: "Dobbiamo preparare l'opinione pubblica e l'opinione pubblica per un blocco a settembre, che è un mese in cui il danno economico sarà inferiore [a causa delle festività ebraiche], e accelerare lo sforzo di immunizzazione per cercare di prevenirlo”.

Aron Rosenthal è uno studente dell'Università di Edimburgo e uno stagista nel Press and Policy Student Program di The Media Line.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta da MediaLine.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

La linea dei media

Lascia un tuo commento