Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Health News · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Ungheria Ultime notizie · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Ultime notizie dalla Russia · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

L'Ungheria consente l'ingresso ai visitatori russi completamente vaccinati

L'Ungheria consente l'ingresso ai visitatori russi completamente vaccinati
L'Ungheria consente l'ingresso ai visitatori russi completamente vaccinati
Scritto da Harry Johnson

Dal 27 luglio 2020, il governo ungherese consentirà ai cittadini russi in possesso di certificati di vaccinazione COVID-19 di entrare nel Paese.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • I visitatori russi sono tenuti ad avere un visto Schengen valido e un certificato di vaccinazione.
  • Il vaccino russo contro il coronavirus Sputnik V è stato registrato in Ungheria.
  • Le procedure di rilascio dei visti non sono state modificate.

I turisti della Federazione Russa che sono stati vaccinati contro il COVID-19 potranno entrare liberamente Ungheria a partire da oggi, secondo un comunicato diffuso dall'ambasciata ungherese a Mosca.

L'Ungheria consente l'ingresso ai visitatori russi completamente vaccinati

“Dal 27 luglio 2020, il governo ungherese consentirà ai cittadini russi in possesso di certificati di vaccinazione COVID-19 di entrare nel Paese. In questo caso, i cittadini russi potranno entrare in Ungheria senza alcuna restrizione, senza quarantena obbligatoria e test PCR, se in possesso di un visto Schengen valido e di un certificato di vaccinazione».

Secondo l'ambasciata, le procedure di rilascio dei visti non sono state modificate. Tuttavia, sarà necessario integrare la domanda con un certificato di vaccinazione.

Il vaccino russo Sputnik V COVID-19 è stato registrato in Ungheria e viene utilizzato come parte di una campagna di vaccinazione nazionale.

In precedenza, per visitare l'Ungheria, i cittadini russi dovevano fornire due test PCR negativi effettuati entro cinque giorni prima dell'ingresso con una differenza di 48 ore, o passare attraverso una quarantena di due settimane.

Vicepresidente del Associazione dei Tour Operator della Federazione Russa Dmitry Gorin commentando le nuove regole per l'ingresso dei russi in Ungheria, ha sottolineato che l'apertura del Paese sarà il cosiddetto “corridoio verde”, che potrebbe comportare la revoca delle restrizioni in altri Paesi.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni.
Harry vive a Honolulu, Hawaii ed è originario dell'Europa.
Ama scrivere e ha ricoperto il ruolo di redattore dei compiti per eTurboNews.

Lascia un tuo commento