Ultime notizie internazionali · XNUMX€ caraibico · XNUMX€ Ultime notizie dal Costa Rica · XNUMX€ El Salvador Ultime notizie · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Ultime notizie dal Guatemala · XNUMX€ Ultime notizie in Honduras · XNUMX€ News · XNUMX€ Nicaragua Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Perché tutti i costaricani sono cittadini per scelta?

Nicaragua e Costa Rica condividono tutti la storia dell'odierna giornata di Guanacaste, una delle preferite dai visitatori e dalla gente del posto in Costa Rica

Stampa Friendly, PDF e Email

La Repubblica Federale Centroamericana celebra il Guanacaste Day

  1. Il dominio spagnolo nell'America centrale terminò nel 1812 in seguito alla guerra d'indipendenza messicana. Nel 1824, il Costa Rica faceva parte del Repubblica Federale dell'America Centrale, insieme ad altri stati come El Salvador, Guatemala, Honduras e Nicaragua.
  2. Il Guanacaste Day è un giorno festivo in Costa Rica, celebrato il 25 luglio. In una mossa destinata a ringiovanire il settore turistico dopo la pandemia di COVID-19, questa festività sarà spostata al lunedì successivo dal 2022 in poi
  3. Conosciuto anche come "Giornata dell'annessione di Nicoya" (La Anexión del Partido de Nicoya), questo giorno segna l'annessione di Guanacaste nel 1824 quando la provincia divenne parte del Costa Rica.

La regione di Guanacaste faceva parte del Nicaragua e confinava con la parte settentrionale del Costa Rica. Nelle tre principali città di Guanacaste si sono svolte riunioni aperte per discutere del passaggio dal Nicaragua al Costa Rica. È stato indetto un referendum per decidere cosa fare. Nel referendum, Nicoya e Santa Cruz hanno votato sì all'adesione al Costa Rica, mentre la Liberia ha votato per restare con il Nicaragua. Il risultato complessivo è stato a favore dell'annessione da parte del Costa Rica.

La Repubblica Federale Centroamericana approvò la legge e la firmò il 25 luglio 1824, consentendo alla provincia di Guanacaste di entrare a far parte del territorio costaricano.

Ogni anno, il 25 luglio, un visitatore noterebbe qualcosa diverso sta succedendo. Gli scolari non sono a scuola. Banche, uffici governativi e altri luoghi di attività sono chiusi. Le persone, e in particolare i bambini piccoli, sono vestite costume (abito tipico, solitamente della varietà rossa, bianca e blu).

Mistero risolto: oggi è il “Giorno di Guanacaste” o, più formalmente, una celebrazione de “la Anexión del Partido de Nicoya” (il “Annessione di Guanacaste").

La festa è particolarmente grande qui a Tamarindo, poiché ci troviamo nella provincia di Guanacaste, l'epicentro della celebrazione della giornata. Detto questo, il Guanacaste Day è una festa importante in tutta la Costa Rica, e non solo a Guanacaste: oggi è una festa ufficiale in tutte e sette le province. Oggi onora il giorno in cui la nostra penisola, ora provincia, è diventata parte del Costa Rica. Oggi è un giorno di festa.

Tutto è cominciato secoli fa...

Oggi inizia non oggi ma molti anni fa - secoli fa, infatti, quando la Spagna colonizzò per la prima volta la regione che oggi conosciamo come America Centrale. Tra il 1500 (colonizzazione) e l'inizio del 1800 (indipendenza), l'America Centrale comprendeva diverse province spagnole. Due di queste province: la provincia del Costa Rica e la provincia del Nicaragua.

Durante questo periodo, il Partido de Nicoya – un'area che oggi comprende quasi l'intera provincia di Guanacaste in Costa Rica – destreggiata fedeltà ad entrambe le province di Costa Rica e Nicaraguagioco si dilettava anche nell'autonomia politica – ovviamente, sempre con la massima fedeltà alla capitale centroamericana della Spagna in Guatemala.

Nel corso di tre secoli, il Partido de Nicoya aveva sviluppato legami economici e commerciali con la provincia del Costa Rica. Così, nel 1812, quando la Spagna chiamò i rappresentanti provinciali a partecipare alle Cortes de Cádiz (Corti di Cadice), Nicoya scelse di inviare il proprio rappresentante presso la federazione costaricana. Era nata un'alleanza ufficiale.

Meno di un decennio dopo, nel 1821, l'America Centrale divenne indipendente dalla Spagna. Nel 1824, l'America Centrale aveva formato una nazione indipendente, la Republica Federal de Centroamerica, altrimenti nota come Repubblica Federale dell'America Centrale.

Guanacaste: una scelta indipendente

Partido de Nicoya era ad un punto di svolta: si sarebbero uniti alla Repubblica Federale dell'America Centrale come parte della provincia indipendente del Nicaragua, o come parte della provincia indipendente del Costa Rica?

A quel tempo, il Nicaragua dovette affrontare violenze e conflitti politici. Il Costa Rica, invece, era più tranquillo. Inoltre, i legami commerciali tra il Costa Rica e il gioco erano ancora forti (e sempre più forti).

Ma ovviamente le cose non erano così chiare: c'erano legami politici e sociali con entrambe le province indipendenti. Così, quando il Costa Rica ha esteso un invito geopolitico a Partido de NicoyaNicoya ha chiesto un voto.

Le tre principali città di Nicoya - Villa de Guanacaste (oggi Liberia), Nicoya e Santa Cruz - trascorsero diversi mesi nel 1824, discutendo le possibilità. Alla fine, Nicoya e Santa Cruz hanno votato sì: The Partido de Nicoya annetterebbe al Costa Rica.

La data era Luglio 25, 1824.

Una festa di pace

Bandiera del Costa Rica

Oggi il Costa Rica rappresenta la pace e la democrazia

Quindi oggi e ogni 25 luglio, in tutta la Costa Rica, celebriamo una regione decisione pacifica (e democratica) per unirci alla nostra nazione pacifica (e democratica).

È un sentimento che sentirai ovunque e spesso: “de la patria per nuestra volontaria” – “Costaricano per scelta.” Siamo costaricani perché abbiamo scelto di esserlo, e siamo contenti della scelta. E così, oggi, probabilmente ne sentirai parlare in abbondanza musica, vedi alcuni fuochi d'artificio, e batti il ​​piede su alcuni danze popolari tradizionali. Se sei fortunato, potresti prendere un parata.

E già che ci sei, non dimenticare di prendere un palmo di mano Tortilla e un bicchiere di succo di tamarindo. Sono un'orgogliosa tradizione Guanacaste!

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento