Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

IATA: Commissione europea non è in contatto con la realtà

IATA: Commissione europea non è in contatto con la realtà
Willie Walsh, Direttore generale della IATA
Scritto da Harry Johnson

La Commissione europea ha ignorato i consigli e le prove presentate dagli Stati membri dell'UE e dall'industria aerea.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • La Commissione Europea decide di fissare la soglia di utilizzo degli slot invernali al 50%.
  • I regolatori di Regno Unito, Cina, America Latina e Asia-Pacifico hanno messo in atto misure molto più flessibili.
  • La Commissione aveva l'obiettivo aperto di utilizzare il regolamento sulle bande orarie per promuovere una ripresa sostenibile per le compagnie aeree, ma l'ha mancato.

I Associazione internazionale per il trasporto aereo (IATA) marchiato il Commissione Europea (CE) decisione di fissare la soglia di utilizzo degli slot invernali al 50% come "fuori dalla realtà" e ha sostenuto che la CE aveva ignorato i consigli e le prove presentate dagli Stati membri dell'UE e dall'industria aerea, che avevano sostenuto una soglia.

L'annuncio della CE significa che, da novembre ad aprile, le compagnie aeree che operano negli aeroporti regolamentati dalle bande orarie devono utilizzare almeno la metà di ogni singola serie di bande orarie in loro possesso. Non c'è alcun sollievo nel restituire gli slot all'inizio della stagione consentendo alle compagnie aeree di adeguare il loro programma alla domanda realistica o consentire ad altri vettori di operare. Inoltre, per le operazioni intra-UE è stata disattivata la regola sulla "forza maggiore", con la quale la regola degli slot è sospesa se sono in vigore circostanze eccezionali legate alla pandemia di COVID.

Il risultato di questi cambiamenti sarà quello di limitare la capacità delle compagnie aeree di operare con l'agilità necessaria per rispondere a una domanda imprevedibile e in rapida evoluzione, portando a voli inutili e dispendiosi per l'ambiente. Inoltre, indebolirà ulteriormente la stabilità finanziaria del settore e ostacolerà il recupero della rete globale di trasporto aereo. 

“Ancora una volta la Commissione ha dimostrato di non essere in contatto con la realtà. Il settore aereo sta ancora affrontando la peggiore crisi della sua storia. La Commissione aveva l'obiettivo aperto di utilizzare il regolamento sulle bande orarie per promuovere una ripresa sostenibile per le compagnie aeree, ma l'ha mancato. Invece, hanno mostrato disprezzo per l'industria e per i molti Stati membri che hanno ripetutamente sollecitato una soluzione più flessibile, perseguendo ostinatamente una politica contraria a tutte le prove presentate loro", ha affermato. Willie Walsh, Direttore generale della IATA.

L'argomento della Commissione è che la ripresa del traffico intra-UE di quest'estate ha giustificato una soglia di utilizzo del 50% senza alcuna riduzione. Ciò è in contrasto con le prove significative delle prospettive incerte per la domanda di traffico quest'inverno, fornite dai principali Stati membri dell'UE, nonché dalla IATA e dai suoi membri.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni.
Harry vive a Honolulu, Hawaii ed è originario dell'Europa.
Ama scrivere e ha ricoperto il ruolo di redattore dei compiti per eTurboNews.

Lascia un tuo commento