Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ caraibico · XNUMX€ Crociera · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Notizie di lusso · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Resort · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Shopping · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Notizie varie

Turismo caraibico cautamente ottimista sui viaggi estivi

Turismo caraibico cautamente ottimista sui viaggi estivi
Turismo caraibico cautamente ottimista sui viaggi estivi
Scritto da Harry Johnson

I dati dei paesi membri dell'Organizzazione del turismo caraibico suggeriscono un'inversione di marcia iniziata alla fine di marzo 2020.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • I paesi CTO hanno lavorato instancabilmente per contenere il coronavirus e riaprire le loro economie.
  • I Caraibi stanno iniziando a invertire la diapositiva iniziata alla fine di marzo 2020.
  • Vi sono prove crescenti che la domanda repressa sta tornando a ruggire molto prima e a un ritmo molto più rapido del previsto.

Con la stagione estiva 2021 in corso, ci sono prove crescenti sul mercato che la domanda repressa sta tornando a ruggire molto prima e a un ritmo molto più rapido di quanto previsto dai meteorologi. Allo stesso tempo, il Organizzazione del turismo dei Caraibi (CTO) è incoraggiato dai dati dei nostri paesi membri, che hanno lavorato instancabilmente per contenere il coronavirus e riaprire le loro economie.

Sebbene in superficie, un calo del 60 per cento nel primo trimestre del 2021, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, possa non sembrare incoraggiante, un esame più attento suggerirebbe che i Caraibi stanno iniziando a invertire la diapositiva iniziata alla fine di marzo 2020.

Lo dimostra la diminuzione dei livelli di declino che i Caraibi registrano da quindici mesi. Il primo trimestre del 2020 è stato l'ultimo periodo di livelli regolari di viaggio, quando 7.3 milioni di visitatori notturni internazionali (arrivi turistici) hanno visitato la regione. A gennaio e febbraio 2021, gli arrivi nella regione sono diminuiti di poco più del 71% rispetto agli stessi due mesi dell'anno scorso. Tuttavia, il calo del 16.5% di marzo 2021 rispetto a marzo 2020 è indice di un livello di inversione del trend di calo degli arrivi turistici.

I dati raccolti da dodici destinazioni che segnalano arrivi turistici per aprile 2021 mostrano che ciascuna di queste destinazioni ha registrato una crescita, rispetto ad aprile 2020, quando l'attività turistica è stata ridotta a livello globale. Allo stesso modo, gli arrivi di turisti sono ripresi nelle destinazioni che riportano i dati di maggio. Va sottolineato, tuttavia, che il numero di visitatori soggiornanti è ancora al di sotto dei livelli corrispondenti nel 2019.

Le recenti dichiarazioni rilasciate dai principali attori dell'aviazione per i quali i Caraibi sono un mercato importante sono state incoraggianti. Durante la nostra recente serie di discussioni online, sia il CEO di British Airways, Sean Doyle e il vicepresidente delle vendite per i Caraibi di American Airlines, Christine Valls, hanno parlato degli alti livelli di interesse per i viaggi nella regione. In effetti, la signora Valls ha indicato che i Caraibi sono in piena espansione per American Airlines, con un fattore di carico medio del 60% entro la fine di maggio 2021, e che la compagnia aerea prevede di avere più voli giornalieri per la regione quest'estate rispetto a quanto fatto nel 2019. American Airlines ha dichiarato questa settimana al CTO di aver aggiunto cinque nuove rotte verso i Caraibi quest'estate, con una sesta che verrà aggiunta a novembre e servirà 35 destinazioni nei Caraibi.

Sulla base di questi indicatori, il CTO è cautamente ottimista sulle prospettive per i viaggi estivi e per il resto dell'anno fino al 2022.

È riconosciuto che qualsiasi ottimismo deve essere mitigato dal fatto che i nuovi casi di COVID-19 stanno aumentando rapidamente sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti, due dei principali mercati di origine dei Caraibi. Questi sono segni che il virus rimane una grave minaccia che può invertire rapidamente qualsiasi progresso che abbiamo fatto.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni.
Harry vive a Honolulu, Hawaii ed è originario dell'Europa.
Ama scrivere e ha ricoperto il ruolo di redattore dei compiti per eTurboNews.

Lascia un tuo commento