Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Zulu Zulu

L'incoerenza del vaccino approvato potrebbe ritardare il riavvio del viaggio internazionale

Il WTTC emette un avvertimento a seguito delle preoccupazioni che i turisti affrontano essere respinti alle frontiere perché i paesi non hanno un elenco comune di vaccini COVID-19 riconosciuti e approvati a livello internazionale.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • La mancanza di un coordinamento internazionale per concordare un elenco di vaccini approvati, sta creando un altro grosso ostacolo per la ripresa dei viaggi internazionali.
  • Sono aumentate le segnalazioni di vacanzieri che incontrano ostacoli all'ingresso, con alcuni addirittura a cui è stato impedito di imbarcarsi sui voli verso le destinazioni.
  • Il fallimento dei paesi nel concordare un elenco comune di tutti i vaccini approvati e riconosciuti è motivo di preoccupazione.

Il riavvio dei viaggi internazionali potrebbe essere seriamente ritardato senza il riconoscimento reciproco a livello mondiale di tutti i vaccini COVID-19 approvati, afferma il World Travel & Tourism Council (WTTC).

L'ente del turismo globale, che rappresenta il settore privato globale dei viaggi e del turismo, ha emesso il suo avvertimento a seguito delle preoccupazioni che i turisti affrontano essere respinti alle frontiere perché i paesi non hanno un elenco comune riconosciuto e approvato a livello internazionale COVID-19 vaccini.

Ciò avviene pochi giorni dopo che un certo numero di turisti britannici, a cui era stato somministrato il lotto indiano Covishield del vaccino Oxford/AstraZeneca, è stato rifiutato l'ingresso a Malta nonostante il farmaco fosse chimicamente identico al vaccino prodotto nel Regno Unito.

Nelle ultime settimane sono aumentate le segnalazioni di vacanzieri che incontrano ostacoli all'ingresso, e ad alcuni è stato addirittura impedito di imbarcarsi sui loro voli verso le destinazioni.

WTTC ritiene che ancora una volta, la mancanza di coordinamento internazionale per concordare un elenco di vaccini approvati, stia creando un altro grosso ostacolo per la ripresa dei viaggi internazionali.

Ciò avviene nonostante la maggior parte dei vaccini abbia ottenuto l'approvazione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) o delle autorità di regolamentazione rigorose (SRA), come l'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) del Regno Unito e la Food and Drug Administration negli Stati Uniti, e l'Agenzia europea per i medicinali (EMA).

Le segnalazioni di viaggiatori che sono stati allontanati perché hanno i lotti di vaccino "sbagliati" o i vaccini "non riconosciuti" hanno alimentato la preoccupazione dei consumatori, dissuadendoli dalla prenotazione e quindi danneggiando il già in difficoltà settore dei viaggi e del turismo.

Stampa Friendly, PDF e Email