eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Tecnologia · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Notizie varie

IATA: le tasse non sono la risposta alla sostenibilità dell'aviazione

IATA: le tasse non sono la risposta alla sostenibilità dell'aviazione
IATA: le tasse non sono la risposta alla sostenibilità dell'aviazione
Scritto da Harry Johnson

Fare affidamento sulla tassazione come soluzione per ridurre le emissioni del trasporto aereo nella proposta dell'UE "Fit for 55" è controproducente per l'obiettivo dell'aviazione sostenibile.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • L'aviazione è impegnata nella decarbonizzazione come industria globale.
  • Combustibili per aviazione sostenibili che riducono le emissioni fino all'80% rispetto al carburante tradizionale per aerei.
  • La visione a breve termine dell'aviazione è quella di fornire un trasporto aereo sostenibile e conveniente per tutti i cittadini europei con flotte alimentate da SAF, operanti con una gestione efficiente del traffico aereo.

I Associazione internazionale per il trasporto aereo (IATA) ha avvertito che il ricorso alla tassazione come soluzione per ridurre le emissioni del trasporto aereo nella proposta dell'UE "Fit for 55" è controproducente per l'obiettivo dell'aviazione sostenibile. La politica dell'UE deve sostenere misure pratiche di riduzione delle emissioni come gli incentivi per i combustibili per l'aviazione sostenibile (SAF) e la modernizzazione della gestione del traffico aereo. 

“L'aviazione è impegnata nella decarbonizzazione come industria globale. Non abbiamo bisogno di misure persuasive o punitive come le tasse per motivare il cambiamento. In effetti, le tasse sottraggono denaro all'industria che potrebbe sostenere gli investimenti per la riduzione delle emissioni nel rinnovamento della flotta e nelle tecnologie pulite. Per ridurre le emissioni, abbiamo bisogno che i governi attuino un quadro politico costruttivo che, nel modo più immediato, si concentri sugli incentivi alla produzione per SAF e sulla realizzazione del Cielo unico europeo”, ha affermato Willie Walsh, direttore generale della IATA.

Approccio comprensivo

Raggiungere la decarbonizzazione dell'aviazione richiede una combinazione di misure. Questi includono:

  • Carburanti per l'aviazione sostenibile Sustainable che riducono le emissioni fino all'80% rispetto al carburante tradizionale. L'offerta insufficiente e i prezzi elevati hanno limitato l'assorbimento delle compagnie aeree a 120 milioni di litri nel 2021, una piccola frazione dei 350 miliardi di litri che le compagnie aeree consumerebbero in un anno "normale".
  • Misure basate sul mercato gestire le emissioni fino al completo sviluppo delle soluzioni tecnologiche. L'industria sostiene il Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation (CORSIA) come misura globale per tutta l'aviazione internazionale. Evita di creare un mosaico di misure nazionali o regionali non coordinate come l'EU Emissions Trading Scheme, che può minare la cooperazione internazionale. Schemi sovrapposti possono comportare il pagamento delle stesse emissioni più di una volta. La IATA è estremamente preoccupata per la proposta della Commissione secondo cui gli Stati europei non applicherebbero più CORSIA su tutti i voli internazionali.
  • Cielo unico europeo (SES) ridurre le emissioni non necessarie derivanti dalla gestione frammentata del traffico aereo (ATM) e dalle conseguenti inefficienze. La modernizzazione dell'ATM europeo attraverso l'iniziativa SES ridurrebbe le emissioni dell'aviazione europea del 6-10%, ma i governi nazionali continuano a ritardare l'attuazione. 
  • Nuove tecnologie pulite radicali. Sebbene sia improbabile che la propulsione elettrica o a idrogeno possa avere un impatto significativo sulle emissioni del trasporto aereo nell'ambito dell'UE "Fit for 55" del 2030, lo sviluppo di queste tecnologie è in corso e deve essere sostenuto.

“La visione a breve termine dell'aviazione è quella di fornire un trasporto aereo sostenibile e conveniente per tutti i cittadini europei con flotte alimentate da SAF, operando con una gestione efficiente del traffico aereo. Dovremmo essere tutti preoccupati che la grande idea dell'UE di decarbonizzare l'aviazione stia rendendo il carburante degli aerei più costoso attraverso le tasse. Questo non ci porterà dove dobbiamo essere. La tassazione distruggerà posti di lavoro. Incentivare SAF migliorerà l'indipendenza energetica e creerà posti di lavoro sostenibili. L'obiettivo deve essere quello di incoraggiare la produzione di SAF e di realizzare il Cielo unico europeo", ha affermato Walsh.  

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento