Viaggio avventuroso · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Tanzania Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Test COVID-19 senza problemi per i turisti che visitano la migrazione del Serengeti

Migrazione del Serengeti

La Tanzania Association of Tour Operators (TATO) ha istituito un nuovo centro di raccolta di campioni COVID-19 nell'area di Kogatende in preparazione della stagione migratoria degli gnu nel Serengeti.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Il Parco Nazionale del Serengeti ha ora due centri di raccolta dei campioni di test COVID-19, uno a Seronera e un altro a Kogatende in preparazione alla migrazione del Serengeti.
  2. Circa 700,000 turisti visitano ogni anno il circuito turistico settentrionale della Tanzania per assistere alla grande migrazione degli gnu.
  3. Ogni anno, tra luglio e ottobre, milioni di gnu sono guidati dallo stesso antico ritmo per svolgere il loro ruolo istintivo nell'inevitabile ciclo della vita.

"TATO in collaborazione con il governo attraverso il supporto dell'UNDP desidera annunciare che abbiamo istituito un nuovo centro di raccolta di campioni COVID-19 a Kogatende, nel nord Serengeti, nei nostri sforzi per offrire ai nostri turisti test senza problemi durante la stagione migratoria degli gnu che è attualmente in corso", ha affermato il presidente di TATO, Wilbard Chambulo.

I membri di TATO affermano che questo è un sospiro di sollievo per i turisti che desiderano vedere la stagione di traversata migratoria del fiume Mara tra luglio e ottobre, quando gli gnu arrivano dalla riserva di caccia di Masai Mara nel Serengeti settentrionale della Tanzania. 

Il parco nazionale di punta del Serengeti della Tanzania ha ora due centri di raccolta dei campioni di test COVID-19, uno a Seronera, il cuore del parco, e un altro a Kogatende, la parte settentrionale del Serengeti, vicino al famoso fiume Mara.

L'idea di TATO è quella di garantire un'esperienza di safari senza interruzioni per tutti i turisti che quest'anno stanno pianificando un safari di migrazione nel Parco Nazionale del Serengeti in Tanzania. 

"Con i protocolli di igiene in atto dal nostro team e dai nostri partner di alloggio, le cliniche nel Serengeti assicureranno il minimo disturbo agli itinerari dei turisti, garantendo al tempo stesso la conformità con le normative aeree e internazionali", ha osservato il sig.

Il Parco Nazionale del Serengeti si trova nel nord della Tanzania tra il Lago Vittoria e la Rift Valley dell'Africa orientale. È stato istituito nel 1929 e ampliato nel 1940 per proteggere 5,600 miglia quadrate (14,500 km quadrati) dell'ecosistema delle pianure del Serengeti.

Questo parco supporta oltre 94 specie di mammiferi, 400 specie di uccelli e comprende migliaia di animali selvatici.

La più grande migrazione di fauna selvatica rimasta del pianeta - il ciclo annuale di 2 milioni di gnu attraverso la riserva del Serengeti e del Maasai Mara - è un'attrazione turistica chiave, che genera milioni di dollari all'anno.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Adam Ihucha - eTN Tanzania

Lascia un tuo commento