Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Health News · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Ultime notizie nel Regno Unito · XNUMX€ Notizie varie

I medici britannici criticano la decisione di revocare tutte le restrizioni COVID-19 il 19 luglio

Non etico e illogico: i medici britannici criticano la decisione di revocare tutte le restrizioni COVID-19 il 19 luglio
Non etico e illogico: i medici britannici criticano la decisione di revocare tutte le restrizioni COVID-19 il 19 luglio
Scritto da Harry Johnson

I medici britannici lo chiamano non etico. Con il numero di nuovi casi COVID-19 in rapido aumento e i vaccini che non danno ancora l'immunità di gregge, gli esperti medici e scientifici hanno avvertito che sbloccare l'Inghilterra il 19 luglio era "prematuro".

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Il Regno Unito sta per "un'estate di caos e confusione" poiché lo schema da sbloccare non è né "attento", né "controllato".
  • La decisione del primo ministro Boris Johnson di sbloccare è sia "pericolosa e prematura", afferma la lettera, sia "non etica e illogica".
  • Il 32,500 luglio sono state registrate oltre 7 infezioni in tutto il Regno Unito, la cifra più alta del paese da gennaio.

In una lettera pubblica, intitolata "Memorandum Against Mass Infection", oltre 100 medici e scienziati medici britannici hanno denunciato il UK la decisione del governo di revocare tutte le restrizioni COVID-19 in Inghilterra il 19 luglio come "non etica".

La lettera scritta e firmata da più di 100 professionisti medici è stata pubblicata ieri nella sezione corrispondenza della rivista medica The Lancet.

Con il numero di nuovi casi COVID-19 in rapido aumento e i vaccini che non danno ancora l'immunità di gregge, gli esperti medici e scientifici hanno avvertito che sbloccare l'Inghilterra il 19 luglio era "prematuro".

Il 32,500 luglio sono state registrate oltre 7 infezioni in tutto il UK – il dato più alto del Paese da gennaio.

Dato che il Regno Unito è attualmente alle prese con un afflusso di nuovi casi, la decisione di sbloccare il primo ministro Boris Johnson è sia "pericolosa e prematura", afferma la lettera, sia "non etica e illogica".

La missiva segue una dichiarazione del segretario alla salute del Regno Unito, recentemente nominato, Sajid Javid, che ha commentato pochi giorni prima che le infezioni estive potrebbero raggiungere le 100,000 al giorno.

La lettera ha anche avvertito che sebbene un'ampia percentuale della popolazione sia stata inoculata, con l'86.4% che ha ricevuto la prima dose e quasi il 65% completamente vaccinato, l'immunità vaccinale non è stata ancora raggiunta e non lo sarà entro il 19 luglio. La lettera ha anche sottolineato i pericoli del "covid lungo" di cui i pazienti possono soffrire dopo il virus. Il lungo COVID è una condizione che alcuni pazienti affetti da coronavirus sperimentano sulla scia dell'infezione originale e può manifestarsi come difficoltà di respirazione, mancanza di olfatto e gusto ed esaurimento.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni.
Harry vive a Honolulu, Hawaii ed è originario dell'Europa.
Ama scrivere e ha ricoperto il ruolo di redattore dei compiti per eTurboNews.