Associazioni News · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Ultime notizie dall'India · XNUMX€ Investimenti · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Risposta veloce e furiosa al pacchetto di aiuti per il turismo indiano

Dr. Subhash Goyal, presidente della Confederazione dei professionisti del turismo dell'India, sul pacchetto di aiuti per il turismo in India.

C'è una reazione mista nel settore dei viaggi sulle misure di soccorso del turismo indiano annunciate dal ministro delle finanze per rilanciare il turismo. La sensazione generale è che sia troppo poco, troppo tardi, sebbene riconosca che l'industria non è totalmente orfana.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Il ministro delle finanze dell'Unione, Smt Nirmala Sitharaman, ha annunciato il pacchetto di aiuti per il turismo in India proprio ieri, 28 giugno 2021.
  2. Il pacchetto è progettato per soddisfare le esigenze delle parti interessate dei viaggi e del turismo a causa del COVID-19.
  3. Il risultato atteso è quello di rilanciare l'economia in India nella lotta alla miriade di problemi causati dal coronavirus.

Il Dr. Subhash Goyal, Presidente della Confederazione dei Professionisti del Turismo dell'India, che dirige il Gruppo STIC, ha detto questo sull'annuncio fatto dal Ministro delle Finanze per il Turismo.

“Questo annuncio è troppo tardi e troppo poco. Già 10 milioni di persone sono diventate disoccupate e migliaia di aziende sono fallite.

“Senza l'annuncio della data di rilascio dei visti e-tourist e della data di inizio dei voli internazionali di linea, non possiamo rilanciare il turismo e i visti gratuiti non avranno senso. Inoltre, tutti i turisti che stanno spendendo il biglietto aereo possono facilmente pagare la tassa per il visto. Ciò andrà a beneficio solo dei turisti via terra provenienti da Myanmar, Bangladesh e Pakistan. Il denaro risparmiato non concedendo visti turistici gratuiti può essere utilizzato per concedere sovvenzioni alle guide turistiche e alla forza lavoro turistica.

“Anche la concessione di prestiti alle guide turistiche e ai piccoli tour operator non ha senso, perché come restituiranno il prestito e pagheranno gli interessi quando non ci saranno affari? Se il governo vuole davvero aiutare, allora ci sono solo circa 11,000-12,000 guide riconosciute dal governo, e il governo può facilmente concedere loro una sovvenzione una tantum con la stessa disposizione come stanno dando agli agricoltori e razioni ai pini sotto la povertà . Nelle stesse disposizioni, possono essere concesse sovvenzioni a guide turistiche, tour operator di piccole e medie dimensioni, proprietari e autisti di autobus/taxi turistici, ecc. Ciò li aiuterebbe a sopravvivere fino al momento in cui i nostri confini saranno aperti e i turisti inizieranno a venire in India.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Anil Mathur - eTN India