Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Ultime notizie dall'India · XNUMX€ Investimenti · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie varie

India Tourism grato per il soccorso del governo dalla grave crisi COVID-19

Turismo in India

L'Associazione Indiana degli Operatori Turistici (IATO) ha espresso la sua gratitudine all'On. Primo Ministro e On. Ministro delle finanze per aver dato un po' di sollievo all'industria del turismo, inclusi 5 lakh di visti gratuiti applicabili fino al 31 marzo 2022, ogni volta che i visti sono aperti.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Il presidente della IATO, il sig. Rajiv Mehra, ha riconosciuto il sostegno dell'on. Ministro del Turismo in questo momento critico.
  2. Osservazioni sono state fatte anche dall'On. Il ministro delle Finanze in una conferenza stampa tenutasi questo pomeriggio, 28 giugno 2021.
  3. I soccorsi forniti al settore turistico danneggiato che comprende ovviamente tour operator e guide turistiche registrate.

Il sig. Mehra ha detto che è fiducioso che il visto turistico elettronico si aprirà presto e ha fatto appello all'on. Primo Ministro che tutti i visti per una durata di 30 giorni dovrebbero essere gratuiti per tutti coloro che richiedono un visto fino al 31 marzo 2023.

Il sig. Mehra ha anche ringraziato il governo per aver preso in considerazione i prestiti ai tour operator e alle guide turistiche, ma ha chiesto al governo di considerare anche la possibilità di concedere sovvenzioni finanziarie una tantum a tutti i tour operator riconosciuti che potrebbero essere il 50 percento dei salari pagati dai tour operator nel 2019 -20 e Rs. 2.5 lakh (US $ 298,163) a ciascuna guida turistica riconosciuta dal Ministero del Turismo/Governo statale come sovvenzione una tantum. 

Mr. Mehra spera che con il rilascio del SEIS 2019-20 (Service Exports from India Scheme) per i tour operator che guadagnano valuta estera nel settore dei servizi, che è in attesa di annuncio governativo, la percentuale possa essere considerata almeno il 10 percento del scambiare guadagni in modo che possa dare un certo supporto agli operatori turistici affinché sopravvivano e rilancino la loro attività durante questa situazione stressata e che i suoi membri non finiscano come tante vittime del COVID-19-XNUMX e invece portano un po' di ossigeno nelle loro attività e non finiscono sui ventilatori.

Anche l'industria dei viaggi e del turismo in India ha bisogno del continuo sostegno del governo per rilanciare e rimanere forte in futuro. La Federation of Indian Chambers of Commerce and Industry (FICC)I ha raccomandato che il turismo indiano debba essere incluso nell'elenco simultaneo della Costituzione in modo che sia il Centro che gli stati possano inquadrare le politiche turistiche per la crescita del turismo. Per rilanciare il turismo domestico, il governo dovrebbe fornire un rimborso fiscale fino a 1.5 lakh di rupie per la spesa per le vacanze domestiche nelle linee del Leave Travel Allowance (LTA).

Oggi in India, per il periodo dal 3 gennaio 2020 alle 4:47 CEST, 28 giugno 2021, ci sono stati 30,279,331 casi confermati di COVID-19 con 396,730 decessi, come riferito all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Al 19 giugno 2021 sono state somministrate un totale di 276,255,304 dosi di vaccino.

#rebuildingtravel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Anil Mathur - eTN India