eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Associazioni News · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ caraibico · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Giamaica Ultime notizie · XNUMX€ Ultime notizie dal Kenya · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Arabia Saudita Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Voli Saudia, Emirates, Etihad Airways per la Giamaica: una rivoluzione turistica?

SE Edmund Bartlett Giamaica, Ahmed Al Khateeb, Arabia Saudita

È in corso una rivoluzione del turismo con nuovi possibili voli per la Giamaica. Voli da Dubai a Montego Bay o Kingston su Emirates, da Abu Dhabi su Etihad o voli da Jeddah o Riad in Giamaica su Saudia?
Tali voli possono essere progettati per collegare dalla Giamaica alle Bahamas, St. Lucia, St. Martin, Repubblica Dominicana, Trinidad e Tobago e altri luoghi di vacanza dei Caraibi? Il ministro Bartlett dalla Giamaica e Ahmed Al Khateeb dall'Arabia Saudita stanno cucinando qualcosa di grosso.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. La Giamaica potrebbe diventare l'hub dell'aviazione per i Caraibi collegandosi a nuovi mercati che includono gli Emirati Arabi Uniti o l'Arabia Saudita.
  2. Il Regno dell'Arabia Saudita è già diventato un punto caldo del turismo globale. Con un piccolo aiuto, la Giamaica potrebbe diventare il centro del turismo caraibico.
  3. L'Arabia Saudita ha i soldi e le connessioni. La Giamaica è vista come un trend setter del turismo globale. Una nuova partnership vincente è in divenire, e forse sulla buona strada.

Una rivoluzione in stile Bob Marley potrebbe aver fatto la magia. Una nuova era di opportunità turistiche è appena iniziata in Giamaica, quando il Ministro del Turismo per il Regno dell'Arabia Saudita, SE Ahmed Al Khateeb, è stato visto con il suo ospite, il Ministro del Turismo per la Giamaica, SE Edmund Bartlett. Entrambi i ministri indossavano un cappello da baseball che indicava una "Rivoluzione".

Una rivoluzione nel settore dei viaggi e del turismo, in stile Bob Marley? Il ministro del turismo saudita e giamaicano ha una visione.

L'Arabia Saudita è diventata il punto caldo per il turismo globale. UNWTO ha aperto una sede regionale in Arabia Saudita, così ha fatto WTTC della scuola e il Centro globale di resilienza e gestione delle crisi può seguire.

Conosciuto per pensare sempre fuori dagli schemi e avere una mentalità globale il Ministro del Turismo per la Giamaica, l'On. Edmund Bartlett è stato visto sorridere quando ha incontrato Sua Eccellenza Ahmed Al Khateeb, il Ministro del Turismo del Regno dell'Arabia Saudita. Il ministro saudita era in Giamaica per il 66° meeting regionale dell'Organizzazione mondiale del turismo, conclusosi di recente.

Questa è stata l'occasione per discutere la possibilità di un collegamento aereo tra i Caraibi e la regione del Golfo. Un tale collegamento aereo sarebbe un'opportunità per la Giamaica e il resto dei Caraibi per stabilire un'opportunità mai vista prima di collegare il Medio Oriente, l'India, l'Africa, l'Asia con collegamenti aerei diretti con i Caraibi. La Giamaica potrebbe diventare l'hub della compagnia aerea con voli feeder da altri paesi caraibici da collegare.

Ciò non solo genererebbe nuovi mercati per i Caraibi, ma aumenterebbe anche la connettività tra le nazioni insulari.

Barlett ha detto del suo incontro con il ministro saudita: “Abbiamo parlato di connettività aerea e di come collegare il Medio Oriente, il mercato asiatico e le aree all'interno di quella parte del mondo. Abbiamo parlato di mega compagnie aeree che si trovano in quelle zone. In particolare Etihad, Emirates e Saudi Arabian Airlines”.

Di conseguenza il Regno dell'Arabia Saudita e la Giamaica hanno firmato un accordo d'intesa. Questo è stato segnalato da eTurboNews di venerdì.

Una bevanda (no alcol)

“L'accordo che il ministro Al Khateeb porterà sul tavolo sono quei principali partner delle compagnie aeree, mentre io sarò responsabile del coordinamento con i paesi che stanno collaborando con noi nel quadro del turismo multi-destinazione, per abilitare un Hub. Avere un tale hub in Giamaica può spostare il traffico dal Medio Oriente e arrivare nella nostra zona e avere una distribuzione da un paese all'altro", ha aggiunto.

Bartlett ritiene che questo possibile approccio multi-destinazione sia fondamentale per lo sviluppo del turismo nella regione e allargherà il mercato per creare la massa critica necessaria per attrarre grandi compagnie aeree e grandi tour operator per interessarsi alla Giamaica e alla regione.

Non si tratta solo di connettività aerea dai gateway negli Emirati Arabi Uniti o dall'Arabia Saudita alla Giamaica. Sono le opportunità di volo feeder dall'India, dall'Africa, dall'Asia centrale e sudorientale attraverso la porta del Golfo verso i Caraibi senza doversi preoccupare delle rigide politiche sui visti degli Stati Uniti.

La Giamaica potrebbe diventare il centro turistico e commerciale globale per la regione dei Caraibi.

“Per noi, questo è un punto di svolta in divenire perché piccoli paesi come la Giamaica non avranno mai la capacità di avere grandi compagnie aeree come Emirates Airlines o Saudia che vengono da noi con voli diretti. Tuttavia, possiamo beneficiare di queste compagnie aeree che entrano nello spazio caraibico, atterrando qui in Giamaica ma avendo una distribuzione in altri paesi della regione", ha spiegato.

Una squadra vincente e un ballo finale

Al Khateeb, è stato anche deciso a rafforzare la connettività tra il Medio Oriente e i Caraibi.

Il ministro saudita ha detto in Giamaica: “Abbiamo discusso con i miei colleghi temi molto critici e siamo a favore della creazione di ponti tra Medio Oriente e Caraibi. Ringrazio il ministro Bartlett per questa opportunità e non vedo l'ora di espandere la società per espandere il Medio Oriente e i Caraibi", ha affermato.

Entrambi i ministri hanno discusso anche di altre aree di possibile collaborazione, tra cui lo sviluppo del capitale umano, il turismo comunitario e la costruzione della resilienza nella regione.

Bartlett ha spiegato: “Una delle aree chiave di cui abbiamo discusso è stata lo sviluppo della resilienza e della gestione delle crisi, nonché la sostenibilità come pilastri critici su cui basare la ripresa del turismo. Ma ancora di più, l'importanza di costruire capacità all'interno dei paesi che hanno il turismo come motore delle loro economie, paesi che dispongono di risorse deboli e vulnerabili alle interruzioni. Vedremo collaborazione nella costruzione del centro di resilienza qui in Giamaica e del centro di resilienza che si trova in Arabia Saudita", ha affermato Bartlett.

Attualmente non esiste una cronologia su queste idee, ma certamente il turismo sta andando avanti in Giamaica e oltre, e potrebbe non riguardare solo i visitatori del Nord America e del Regno Unito.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.