eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Ungheria Ultime notizie · XNUMX€ LGBTQ · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

L'UE condanna la discriminazione LGBT+ mentre l'Ungheria emana una nuova legge controversa

L'UE condanna la discriminazione LGBT+ mentre l'Ungheria emana una nuova legge controversa
L'UE condanna la discriminazione LGBT+ mentre l'Ungheria emana una nuova legge controversa
Scritto da Harry Johnson

La lettera afferma che "il rispetto e la tolleranza sono al centro del progetto europeo" e si impegna a "continuare a combattere la discriminazione nei confronti della comunità LGBTI".

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Rispetto e tolleranza sono al centro del progetto europeo.
  • La lettera è indirizzata ai vertici dell'UE e arriva prima dell'International LGBT+ Pride Day del 28 giugno.
  • La lettera contiene 16 nomi, ma anche il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha aggiunto la sua firma dopo la pubblicazione della lettera, portando il numero dei firmatari a 17.

Teste di 17 Unione europea (UE) gli stati hanno pubblicato una lettera congiunta che conferma il loro impegno a combattere la discriminazione LGBT+.

La lettera è stata pubblicata il giorno dopo che la Commissione europea aveva promesso azioni legali contro l'Ungheria per la sua nuova legislazione anti-Lgbt+ ed è stata pubblicata su Twitter dal primo ministro lussemburghese Xavier Bettel.

La lettera afferma che "il rispetto e la tolleranza sono al centro del progetto europeo" e si impegna a "continuare a combattere la discriminazione nei confronti della comunità LGBTI". 

Tra i firmatari ci sono il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Angela Merkel, i primi ministri di Italia e Spagna, nonché i leader degli stati scandinavi e baltici, tra gli altri.

La lettera contiene 16 nomi, ma anche il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha aggiunto la sua firma dopo la pubblicazione della lettera, portando il numero dei firmatari a 17.

La lettera è indirizzata ai vertici della EU e arriva prima dell'International LGBT+ Pride Day il 28 giugno. Non nomina esplicitamente l'Ungheria, ma arriva un giorno dopo che la Commissione europea ha promesso procedure legali contro l'Ungheria, con il presidente della commissione, Ursula von der Leyen, che ha chiamato il nuovo anti- Legislazione LGBT+ “una vergogna”.

Il documento è stato rilasciato mentre i leader dell'UE si riuniscono a Bruxelles per un vertice per discutere "sfide globali e questioni geopolitiche". Al suo arrivo all'evento, il primo ministro ungherese Viktor Orban ha difeso la controversa legge, approvata dal parlamento del paese la scorsa settimana, che vieta ai materiali scolastici di includere contenuti LGBT+ per i bambini.

Il parlamento ungherese ha approvato il disegno di legge la scorsa settimana, ma deve essere approvato dal presidente per entrare in vigore. Proibisce la condivisione di contenuti sull'omosessualità o sulla riassegnazione del sesso a persone di età inferiore ai 18 anni in programmi, film o pubblicità di educazione sessuale scolastica. Il governo dice che ha lo scopo di proteggere i bambini, ma i critici della legge dicono che collega l'omosessualità con la pedofilia.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che secondo lei "questa legge è sbagliata ed è incompatibile con la mia idea di politica - se si consentono le unioni omosessuali e omosessuali ma si limitano le informazioni su di esse altrove, ciò ha anche a che fare con la libertà di istruzione e piace."

“La legge è stata approvata. Non si tratta di omosessualità, si tratta di istruzione che è una questione di genitori", ha detto Orban ai media.

La legislazione fa parte di un disegno di legge più ampio che reprime i crimini sessuali contro i minori e ha suscitato forti critiche da Bruxelles come una minaccia ai valori europei fondamentali. I critici affermano che il disegno di legge discrimina e stigmatizza la comunità LGBT+. L'Ungheria ha difeso le disposizioni, che sono state sostenute sia dal partito al governo che dall'opposizione. Insiste sul fatto che la legge “protegge i diritti dei bambini” e nega che sia discriminatoria.

Il governo del primo ministro Viktor Orban ha accusato von der Leyen di aver fatto "false accuse" e ha affermato che il disegno di legge "non contiene elementi discriminatori" perché "non si applica ai diritti di orientamento sessuale delle persone di età superiore ai 18 anni".

Il vertice dell'UE si riunisce giovedì e venerdì a Bruxelles per discutere di COVID-19, ripresa economica, migrazione e relazioni esterne, secondo l'agenda ufficiale.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.