Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Zulu Zulu

Israele stabilisce una nuova tendenza allarmante nella chiusura del turismo per i viaggiatori vaccinati

Israele stabilisce una nuova tendenza allarmante nella chiusura per i viaggiatori vaccinati
Israele stabilisce una nuova tendenza allarmante

Israele è stato quasi completamente vaccinato. Il turismo internazionale stava per iniziare il 1 luglio. Una nuova scoperta relativa alla pericolosa variante Delta del virus COVID fa sì che lo stato ebraico annulli la celebrata data di apertura per i viaggiatori internazionali per visitare Israele.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. I voli dagli Stati Uniti a Israele sono pieni a luglio. Gli hotel di Tel Aviv e Gerusalemme per la prima volta hanno alti tassi di prenotazione con i turisti che dovrebbero arrivare dagli Stati Uniti.
  2. Israele ha fatto grandi annunci per celebrare l'apertura dello stato ebraico al turismo per i visitatori vaccinati. Ciò ha innescato annunci simili da altri paesi.
  3. Oggi, Israel Media riferisce che i turisti stranieri vaccinati non potranno entrare in Israele prima del 1 agosto. Una nuova scoperta sulla pericolosa variante del Delta ritarda la riapertura del paese. Ciò potrebbe nuovamente innescare una tendenza in altre parti del mondo.

Il governo del primo ministro israeliano Naftali Bennett ha deciso oggi, mercoledì, mentre Israele affronta un aumento dei casi di coronavirus per modificare la strategia di riapertura dei viaggi per il paese. Inoltre, verrà ripristinato l'obbligo di indossare le mascherine al chiuso se i casi medi giornalieri supereranno i 100 per una settimana.

"Il nostro obiettivo al momento, prima di tutto, è proteggere i cittadini di Israele dalla variante Delta che imperversa nel mondo", ha detto Bennett ai media locali. “Allo stesso tempo, vogliamo ridurre il più possibile l'interruzione della vita quotidiana nel Paese. Pertanto, abbiamo deciso di agire il prima possibile – in questo momento – per non pagare un prezzo più pesante in seguito, adottando azioni responsabili e rapide. Dipende da noi. Se aderiamo alle regole e agiamo in modo responsabile, ce la faremo insieme”.

Inizialmente si supponeva che i turisti vaccinati avrebbero dovuto entrare nel paese a partire dal 1 luglio. Questo è stato annunciato in a piano di ricostruzione del turismo.

Nei giorni scorsi il Paese è stato colpito dalla variante Delta, provocando un aumento dei contagi in città come Modi'in e Binyamina.

La decisione delle autorità israeliane, note per mettere sempre al primo posto la sicurezza dei propri cittadini, potrebbe innescare una tendenza per altre destinazioni turistiche in tutto il mondo. Potrebbe aumentare le restrizioni per i turisti in arrivo, nonostante il presupposto che la vaccinazione sia la chiave d'oro per l'industria dei viaggi e del turismo.

Attualmente ci sono circa 554 casi attivi nel paese. Il numero era recentemente sceso a meno di 200. Al suo record lo scorso inverno, la cifra era di oltre 85,000.

A seguito degli attuali focolai e della nuova raccomandazione delle autorità di vaccinare tutti i bambini di età compresa tra 12 e 15 anni, martedì sono stati somministrati oltre 7,000 colpi, il più alto in oltre un mese. Circa 4,000 di loro sono state le prime dosi ai bambini, circa il doppio rispetto ai giorni precedenti.

Per affrontare il nuovo focolaio, il governo ha deciso di istituire un nuovo governo del coronavirus che comprendesse Bennett, il ministro della Sanità Nitzan Horowitz, il ministro degli Esteri Yair Lapid, il ministro della Difesa Benny Gantz, il ministro delle finanze Avigdor Liberman, il ministro della Giustizia Gideon Sa'ar e il ministro dell'Interno Ayelet Shaked. , così come altri ministri.

All'inizio della giornata, il ministero della Salute ha annunciato che in situazioni specifiche, alle persone vaccinate o guarite può essere ordinato di entrare in quarantena.

Secondo le normative vigenti, le persone che sono considerate completamente immunizzate (una settimana dopo la seconda vaccinazione o dopo la guarigione dalla malattia) sono esentate dall'isolamento se entrano in contatto con un portatore di virus identificato.

Tuttavia, secondo una nuova direttiva firmata dal direttore generale del ministero Chezy Levy, il direttore generale, un medico distrettuale o il capo dei servizi sanitari pubblici potranno richiedere che queste persone si isolino se sono state in contatto con qualcuno infetto con una variante del virus considerata particolarmente pericolosa o con un evento con un effetto morbilità eccezionalmente grave. Potrebbero anche aver bisogno di isolarsi se sono regolarmente in contatto con una popolazione ad alto rischio o non vaccinata, o se hanno volato sullo stesso aereo con un portatore di coronavirus identificato. Inoltre, la nuova direttiva ripristina l'obbligo di indossare una maschera a l'aeroporto e nelle strutture mediche.

Il ministro ha anche assicurato che i problemi logistici presso il complesso di test dell'aeroporto Ben-Gurion - che venerdì hanno causato a circa 2,800 passeggeri in arrivo di tornare a casa senza essere sottoposti al test, come richiesto per tutti coloro che atterrano in Israele - sono stati risolti e che l'applicazione della regolamentazione dei viaggi è in fase di rafforzamento.

Gli israeliani che si recheranno in paesi soggetti al divieto di viaggio – al momento Argentina, Brasile, India, Russia e Sud Africa – senza ottenere il permesso dallo speciale comitato governativo dedicato a questo scopo, verranno ora multati.

Altri aggiornamenti su https://israel.travel/

Stampa Friendly, PDF e Email