eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra :
Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Editoriale · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Ultime notizie dall'India · XNUMX€ News · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

India: l'industria dei viaggi e del turismo sta crollando

India: l'industria del turismo sta crollando
India, industria del turismo al collasso

Il CEO di Le Passage to India, Amit Prasad, è un leader molto rispettato con 40 anni di esperienza nel settore dei viaggi e del turismo.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Non molto viene fatto dal governo indiano per rilanciare i viaggi e il turismo nel paese.
  2. Dal punto di vista di un professionista esperto, l'industria è sull'orlo del collasso.
  3. Coloro che sono ancora in grado di sopravvivere nel settore hanno dovuto lasciare andare i lavoratori e tagliare i salari solo per rimanere a galla.

Oggi, nonostante 4 decenni di attività di successo, ha affermato che c'è molto di cui preoccuparsi per il futuro dei viaggi e del turismo.

Parlato a bassa voce e articolato, Prasad si rammarica che non si stia facendo molto per rilanciare l'industria, che fornisce lavoro a milioni di persone nel paese. Senza mezzi termini, Amit ha affermato che l'industria del turismo è sull'orlo del collasso. Prasad ha detto:

“Il governo continua a essere uno spettatore discutibile senza piani o politiche in atto per rianimarlo [turismo]. Non sono sicuro del ruolo che [il] Ministero del Turismo svolge in questa situazione. Non ci sono discussioni costruttive, piani, campagne sul rilancio e sull'immagine di India.

“Improvvisamente l'attenzione si concentra solo sul turismo domestico… senza rendersi conto del valore e dei cambi che porta la clientela straniera. Abbiamo dovuto tagliare la nostra forza lavoro e tagliare spese/stipendi. Tralasciando ogni supporto, non c'è nemmeno chiarezza da parte del governo se e quando verranno pagati i copioni confermati per il 18/19. Questo ha creato un enorme problema di liquidità.

“Con oltre quarant'anni nel settore, non mi sono mai sentito così impotente. Mi sento per la forza lavoro giovane che o ha perso il lavoro o [riesce] a sopravvivere con stipendi ridotti. Il governo continua a vederlo come un'industria d'élite, non realizzando il tipo di opportunità di lavoro che ha fornito a una sezione trasversale della popolazione, dal personale dell'hotel alle guide, autisti e artigiani in tutta l'India.

“Sono sicuro che le cose finalmente cambieranno. Non sono sicuro di quante compagnie di viaggio sopravviveranno per vedere quel giorno.”

Questi commenti sono un sicuro segno di frustrazione da parte di un professionista di alto livello che ha ricoperto ruoli importanti in varie agenzie del Paese. A causa della gravità della situazione dovuta a l'impatto di COVID-19, il governo indiano deve intervenire per ridare vita ai viaggi e al turismo.

#rebuildingtravel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Anil Mathur - eTN India