eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Ultime notizie dalla Corea del Sud · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Turismo in Corea del Sud: la vera immagine

Aria coreana
Aria coreana

La Repubblica di Corea conosciuta come Corea del Sud stava andando forte sia nel turismo in entrata che in uscita prima della pandemia COVID-19. 84,000 posti di lavoro nel turismo sono ora persi. Qual è lo stato del settore dei viaggi e del turismo in Corea del Sud?

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Il rapporto annuale sull'impatto economico (EIR) del World Travel & Tourism Council (WTTC) rivela oggi il drammatico impatto che il COVID-19 ha avuto sul settore dei viaggi e del turismo della Corea del Sud, spazzando via 33.3 miliardi di dollari dall'economia della nazione.
  2. L'EIR annuale del World Travel & Tourism Council (WTTC), che rappresenta il settore privato globale dei viaggi e del turismo, mostra che il contributo del settore al PIL è sceso di uno sbalorditivo 45.5%.
  3. L'impatto di Viaggi e turismo sul PIL della nazione è sceso da 73.2 miliardi di dollari (4.4%) nel 2019 a 39.9 miliardi di dollari (2.4%), solo 12 mesi dopo, nel 2020.

L'anno delle restrizioni ai viaggi che ha bloccato gran parte dei viaggi internazionali, ha comportato la perdita di 84,000 posti di lavoro nel settore dei viaggi e del turismo in tutto il paese.

Tuttavia, questo numero, sebbene devastante per le persone colpite, è molto più basso rispetto a molti altri paesi a livello globale e all'interno della regione. 

Il WTTC crede che il vero quadro avrebbe potuto essere significativamente peggiore, se non fosse stato per il programma di mantenimento del lavoro del governo, la Universal Employment Insurance Roadmap e i pagamenti di stimolo per gli aiuti di emergenza, che hanno offerto un'ancora di salvezza a migliaia di aziende e lavoratori. 

Queste perdite di posti di lavoro sono state avvertite in tutto l'ecosistema Travel & Tourism nel paese, con le PMI, che rappresentano otto su 10 di tutte le imprese globali del settore, particolarmente colpite.

Inoltre, essendo uno dei settori più diversificati del mondo, l'impatto su donne, giovani e minoranze è stato significativo.

Il numero di occupati nel settore dei viaggi e del turismo sudcoreano è passato da quasi 1.4 milioni nel 2019 a 1.3 milioni nel 2020, con un calo del 6.2%.

Tuttavia, sempre a causa del programma di mantenimento del posto di lavoro del governo, questa cifra è stata significativamente inferiore al calo medio globale del 18.5%.

Il rapporto ha anche rivelato che la spesa per i visitatori domestici è diminuita del 34% e, mentre la spesa internazionale è andata ancora peggio a causa di restrizioni di viaggio più severe, in calo del 68%, solo leggermente meglio del calo medio globale di quasi il 70%.

Virginia Messina, Senior Vice President WTTC, ha dichiarato: “La perdita di 84,000 posti di lavoro nel settore Travel & Tourism in Corea del Sud ha avuto un terribile impatto socio-economico, lasciando un numero enorme di persone a temere per il proprio futuro.

“Tuttavia, dobbiamo applaudire il presidente Moon Jae-in per i suoi incredibili sforzi. Il WTTC e i suoi membri desiderano anche ringraziare il Ministro della Cultura, dello Sport e del Turismo Hwang Hee per il suo impegno nei confronti del settore privato nei suoi sforzi per salvare Viaggi e Turismo.

“La risposta del governo a COVID-19 è stata estremamente buona, gestendo la crisi attraverso l'implementazione di processi solidi, politiche e protocolli solidi.

“Sulla base della sua esperienza nella gestione della sindrome respiratoria mediorientale (MERS), la Corea del Sud è stata in grado di appiattire la curva dell'epidemia molto rapidamente, senza chiudere attività, emettere ordini di soggiorno a casa o implementare molte delle misure più severe adottate da altri paesi fino alla fine del 2020 . 

“Inoltre, ha sviluppato linee guida chiare per il pubblico, conducendo test completi e tracciabilità dei contatti e ha supportato le persone in quarantena per facilitare la conformità. L'allentamento delle regole di quarantena per i viaggiatori vaccinati è sicuramente un passo nella giusta direzione.

“Il WTTC ritiene che se le restrizioni ai viaggi saranno allentate prima dell'intensa stagione delle vacanze, insieme a una chiara tabella di marcia per una maggiore mobilità e a un test completo sullo schema di partenza in atto, gli 84,000 posti di lavoro persi in Corea del Sud potrebbero tornare entro la fine dell'anno.

La ricerca del WTTC mostra che se la mobilità e i viaggi internazionali riprendessero entro giugno, il contributo del settore al PIL globale potrebbe aumentare notevolmente nel 2021, del 48.5% su base annua.

L'ente del turismo globale ritiene che la chiave per sbloccare viaggi internazionali sicuri possa essere raggiunta attraverso un quadro chiaro e basato sulla scienza che includa test rapidi prima della partenza, nonché protocolli sanitari e igienici avanzati, compreso l'uso obbligatorio della maschera, insieme al lancio del vaccino.

Queste misure saranno la base per costruire il recupero dei molti milioni di posti di lavoro persi a causa della pandemia.

Ridurrebbe anche le terribili implicazioni sociali che queste perdite hanno avuto sulle comunità che dipendono da viaggi e turismo e dalle persone comuni che sono state isolate dalle restrizioni del COVID-19.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.