Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Zulu Zulu

Le entrate dell'industria alberghiera europea caleranno del 50% nel 2021

Le entrate dell'industria alberghiera europea caleranno del 50% nel 2021
Le entrate dell'industria alberghiera europea caleranno del 50% nel 2021
Scritto da Harry Johnson

Il volume delle transazioni del settore alberghiero è diminuito del 69% nel 2020 a 8.5 miliardi di euro da un picco di 27.1 miliardi di euro nel 2019.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Si prevede che gli effetti sostanziali della pandemia influenzeranno le prestazioni degli hotel europei nel 2021
  • Il fatturato europeo delle strutture ricettive aumenterà del 28% nel 2021
  • L'industria dell'ospitalità sarà tra le ultime a riprendersi dalla pandemia

Per l'industria dell'ospitalità europea, si prevede che gli effetti sostanziali della pandemia influenzeranno le sue prestazioni nel 2021. Secondo gli ultimi dati di ricerca, le entrate potrebbero crollare fino al 50% durante l'anno.

Sulla base di un rapporto HVS, il volume delle transazioni del settore è sceso del 69% nel 2020 a 8.5 miliardi di euro rispetto al picco di 27.1 miliardi di euro nel 2019. La cifra è stata, tuttavia, superiore ai 3.1 miliardi di euro registrati nel 2009 a seguito del Global Financial Crisi.

Il fatturato europeo degli alloggi aumenterà del 28% nel 2021, ma rimarrà del 39% al di sotto del massimo del 2019

Uno studio attribuisce la sua previsione potenzialmente triste al fatto che il settore dell'ospitalità sarà tra gli ultimi a riprendersi dalla pandemia. Le restrizioni di viaggio e le distanze sociali sono alcuni dei fattori che incidono sulle prestazioni del settore. Si prevede che nei prossimi anni i viaggi d'affari potrebbero diminuire dal 10% al 30%.

Più del 48% del volume annuale delle transazioni dell'industria alberghiera europea nel 2020 è stato registrato nel primo trimestre. Il volume delle transazioni nei soli gennaio e febbraio è stato di 2.7 miliardi di euro, il 2.5% in più rispetto al 2019. A seguito della pandemia, il numero di transazioni è sceso del 66% a 291 per l'intero anno.

Anche se le parti interessate speravano in un rimbalzo quest'estate, le restrizioni ai viaggi rendono le prospettive piuttosto fosche. Secondo gli analisti di Allianz, il settore alberghiero indipendente europeo recupererà solo un quarto del calo del 2020 quest'estate.

Se le restrizioni permangono per tutta l'estate, Goldman Sachs prevede che l'Europa meridionale perderà fino all'1.3% della sua crescita del PIL. Tuttavia, con la progressiva rimozione delle restrizioni da parte della regione, la domanda dovrebbe aumentare in modo significativo. Secondo Euler Hermes, il fatturato annuo degli alloggi per il 2021 potrebbe aumentare del 28% in Europa. Ma sarà comunque inferiore di circa il 39% rispetto al massimo del 2019.

Stampa Friendly, PDF e Email