Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Catalan Catalan Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Chinese (Traditional) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Danish Danish Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Irish Irish Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Telugu Telugu Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Welsh Welsh Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Yoruba Yoruba Zulu Zulu

Israele annuncia un piano di ricostruzione del turismo

Israele annuncia un piano di ricostruzione del turismo
Il ministro israeliano del turismo Orit Farkash-Hacohen
Scritto da Harry Johnson

Israele lancia un programma per ricostruire e riavviare la martoriata industria del turismo del paese

  • Il turismo di Israele è stato gravemente compromesso dal disastro COVID-19
  • Il piano include una campagna pubblicitaria internazionale per incoraggiare i turisti stranieri a visitare Israele
  • I voli internazionali per Eilat, città turistica del Mar Rosso meridionale, riprenderanno

israeliano Ministero del turismo ha annunciato di aver lanciato un programma per ricostruire e riavviare la malconcia industria del turismo di Israele, che è stata gravemente danneggiata dal disastro del COVID-19.

Secondo i funzionari del turismo israeliano, il piano include una campagna pubblicitaria internazionale per incoraggiare i turisti stranieri a visitare Israele, concentrandosi su New York e Londra, nonché sugli Emirati Arabi Uniti, con i quali Israele ha firmato uno storico accordo di normalizzazione nel settembre 2020.

Il piano include anche il programma per organizzare eventi culturali, sportivi e ricreativi in ​​Israele per promuovere il turismo a potenziali visitatori stranieri.

Ripresa dei voli internazionali per la località turistica del Mar Rosso meridionale Eilat fa anche parte del programma di ricostruzione del settore turistico.

Il mese scorso, le autorità israeliane hanno annunciato che il Paese consentirà a gruppi di turisti vaccinati di entrare in Israele a partire dal 23 maggio.

Secondo l'Ufficio centrale di statistica israeliano, la pandemia di coronavirus ha portato a un calo del 98.5% degli arrivi di turisti stranieri in Israele durante i primi due mesi del 2021.

Solo 9,900 turisti hanno visitato Israele nel gennaio-febbraio del 2021, mentre il numero era 652,400 nello stesso periodo del 2020, poco prima della crisi pandemica nel paese.

Secondo il ministro del turismo israeliano Orit Farkash-Hacohen, il programma servirà da motore di crescita per rilanciare l'industria del turismo e l'economia israeliana in modo responsabile ed equilibrato.

"È il nostro momento di utilizzare l'enorme vantaggio di Israele come destinazione sicura per la salute e sfruttarlo a vantaggio delle nostre casse vuote e dell'industria del turismo, che comprende centinaia di migliaia di lavoratori", ha detto il ministro.