Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Catalan Catalan Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Chinese (Traditional) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Danish Danish Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Irish Irish Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Telugu Telugu Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Welsh Welsh Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Yoruba Yoruba Zulu Zulu

L'industria alberghiera statunitense dovrebbe terminare nel 2021 con una riduzione di 500,000 posti di lavoro

L'industria alberghiera statunitense dovrebbe terminare nel 2021 con una riduzione di 500,000 posti di lavoro
L'industria alberghiera statunitense dovrebbe terminare nel 2021 con una riduzione di 500,000 posti di lavoro
Scritto da Harry Johnson

3.1 milioni di posti di lavoro nel tempo libero e nell'ospitalità persi durante la pandemia COVID-19

  • Gli hotel sono l'unico grande segmento dell'ospitalità e del tempo libero a ricevere ancora aiuti diretti
  • L'industria alberghiera chiede al Congresso di fornire aiuti mirati con il Save Hotel Jobs Act
  • Il recente aumento dei viaggi di piacere per la primavera e l'estate è incoraggiante per gli hotel

Oggi, la American Hotel & Lodging Association (AHLA) hanno pubblicato nuovi dati che mostrano l'impatto devastante in corso del COVID-19 sull'occupazione nel settore alberghiero, inclusa la prevista perdita di posti di lavoro negli hotel fino alla fine del 2021. Senza un aiuto mirato da parte del Congresso, a livello nazionale, gli hotel dovrebbero terminare il 2021 con una riduzione di 500,000 posti di lavoro. Gli hotel sono l'unico grande segmento dell'ospitalità e del tempo libero a ricevere ancora aiuti diretti.

I primi cinque stati previsti per la fine del 2021 con il maggior numero di posti di lavoro includono:

  1. California: 67,169 posti di lavoro persi
  2. Florida: 39,560 posti di lavoro persi
  3. New York: 38,028 posti di lavoro persi
  4. Nevada: 22,282 posti di lavoro persi
  5. Hawaii: 20,029 posti di lavoro persi

Il rilascio di questi dati segue l'introduzione del Save Hotel Jobs Act, legislazione per fornire un aiuto federale mirato alla forza lavoro del settore alberghiero in difficoltà, inclusi fino a tre mesi di supporto completo del libro paga. AHLA e UNITE HERE, il più grande sindacato dei lavoratori dell'ospitalità del Nord America, hanno unito le forze la scorsa settimana per chiedere al Congresso di approvare Salva Hotel Jobs Act. Il disegno di legge, presentato dal senatore statunitense Brian Schatz (D-Hawaii) e dal rappresentante degli Stati Uniti Charlie Crist (D-Florida), fornisce un'ancora di salvezza ai lavoratori dell'hotel, fornendo l'assistenza di cui hanno bisogno per sopravvivere fino a quando il viaggio non ritorna ai livelli pre-pandemici.

Purtroppo la strada verso la ripresa per il settore alberghiero è lunga. Il recente aumento dei viaggi di piacere per la primavera e l'estate è incoraggiante per gli hotel, tuttavia, i viaggi d'affari, la principale fonte di entrate alberghiere, sono diminuiti dell'85% e non dovrebbero iniziare il loro lento ritorno fino alla seconda metà di quest'anno. Il recupero completo non è previsto fino al 2024. 

“Mentre molte altre industrie duramente colpite hanno ricevuto aiuti federali mirati, l'industria alberghiera no. Il Save Hotel Jobs Act fornirà un supporto fondamentale agli hotel e ai loro lavoratori durante questo periodo cruciale ", ha affermato Chip Rogers, presidente e CEO di AHLA. "Abbiamo bisogno che il Congresso approvi il Save Hotel Jobs Act per aiutare gli hotel a trattenere e riassumere i dipendenti fino a quando la domanda di viaggi, in particolare i viaggi d'affari, non inizierà a tornare".