Aeroporto · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ caraibico · XNUMX€ Attività Educativa · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Messico Ultime notizie · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Turismo Talk · XNUMX€ Offerte di viaggio | Consigli per il viaggio · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Notizie varie

WTTC tenta di unire parte del mondo per la ripresa del turismo

178406484 10227109561395392 7245927475485412884 n 1

WTTC l'ha fatto. Il primo vertice mondiale di viaggi e turismo dallo scoppio del COVID-19. Cancun, in Messico, è stata la sede e partecipanti da vari paesi hanno avuto una pausa dal Coronavirus discutendo la prossima mossa per il turismo.
C'è molto da fare, molte ingiustizie e sfide. Alcuni di questi problemi sono emersi.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Ti sei perso il vertice del WTTC a Cancun? Guarda l'intero evento su eTurboNews da questo articolo a pagina 3.
  2. Alcuni dei leader mondiali del settore pubblico e privato nel settore dei viaggi e del turismo hanno preso una posizione unitaria per riavviare in sicurezza i viaggi internazionali alla chiusura del World Travel & Tourism Council (WTT) Vertice globale.
  3. Il Global Summit ha nominato il presidente e CEO di Carnival Corporation, Arnold Donald, come nuovo presidente del WTTC, che rappresenta le più grandi aziende del settore privato globale dei viaggi e del turismo.

I membri chiave del vertice appena concluso hanno discusso di come insieme potrebbero riavviare in sicurezza i viaggi internazionali, cercando nel contempo un futuro ancora più sostenibile e inclusivo del settore. 

Il nuovo presidente del WTTC è subentrato al presidente uscente, Chris Nassetta, presidente e CEO di Hilton, dopo tre anni di successi alla guida del WTTC.

Dopo il successo dei due giorni di Cancun Global Summit, il WTTC ha annunciato che Manila, capitale delle Filippine, ospiterà il suo prossimo Global Summit con date da confermare. 

Oltre 600 leader aziendali, ministri del governo e decisori chiave di tutto il settore globale dei viaggi e del turismo si sono riuniti in Messico per discutere la strada verso la ripresa per il settore in difficoltà.

Era ovvio, la partecipazione variava da regione a regione, facendo un vertice di rappresentanza in loco. I leader dell'Unione Europea e del Sud Africa non sono stati visti personalmente, ma altre personalità chiave come il Ministro del Turismo del Brasile; Roger Dow, capo della US Travel Association; o Isabell Hill, Direttore dell'Ufficio viaggi e turismo, Dipartimento del commercio degli Stati Uniti, assistito da un collegamento virtuale.

Porto Rico era la sede originale del vertice del 2020. Il vertice del 2020 è stato spostato a Cancun. Il motivo ufficiale era a causa dei danni causati dall'uragano. Il 2020 non si è svolto fino ad ora nel 2021. Pertanto anche il WTTC ha celebrato 30 anni a Cancun.

Non sorprende che Porto Rico non abbia avuto parte o sia stato visto alla conferenza WTTC di questa settimana.

Secondo i media, The Puerto Rico Tourism Co. ha intentato una causa contro il World Travel and Tourism Council (WTTC) chiedendo un rimborso di $ 1.5 milioni pagato come parte di un accordo - che è stato rotto - per co-ospitare l'evento, secondo al reclamo depositato presso la Corte Superiore di San Juan.

Nel settembre 2019, il co-conduttore dell'evento locale, Discover Puerto Rico, ha firmato un Memorandum of Understanding con il WTTC con sede nel Regno Unito per ospitare il WTTC Global Summit 2020 sull'isola degli Stati Uniti nell'aprile 2020. Il WTTC ha richiesto $ 4 milioni dall'host per portare il evento a Porto Rico.

Tuttavia, nel gennaio 2020, il WTTC ha annunciato che non avrebbe più tenuto l'evento a Porto Rico, spostandolo invece a Cancún, in Messico. Accoppiata a quell'annuncio c'era la presunta conferma del WTTC alla Tourism Co. che avrebbe rimborsato integralmente 1.5 milioni di dollari, se il governo avesse accettato l'annullamento dell'evento, secondo la causa.

Mancava anche a Cancun il Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO). Quando il dottor Taleb Rifai era segretario generale dell'UNWTO, sia il WTTC che l'UNWTO erano sempre visti insieme e coordinavano le attività. Ciò si è interrotto quando il Georgian National Zurab Pololikashvili ha preso il timone dell'organizzazione affiliata alle Nazioni Unite nel 2018. A confermare quanto l'UNWTO abbia perso importanza nel mondo del turismo globale è stato il fatto che molti membri del governo dell'UNWTO ora considerano il WTTC come partner credibili. Spiega l'elevato interesse del settore pubblico a far parte anche del trend del WTTC.

Sebbene WTTC rappresenti le più grandi compagnie di viaggio del mondo, a causa della pandemia o della base di membri di destinazioni dipendenti dal turismo tra cui Nepal, Asia e Africa, il Pacifico non è stato in grado di far parte di questa discussione forse essenziale. Il ministro della Giamaica Edmund Bartlett ha dato voce a molti di loro. Juergen Steinmetz, presidente del World Tourism Network (WTN) che rappresenta molte aziende di medie e piccole dimensioni in 127 paesi, ha osservato l'evento come non membro.

Il partecipante più in vista e la persona che ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi è stato l'On. Ahmed Al Khateeb, ministro del turismo dell'Arabia Saudita. Ha anche pronunciato il discorso programmatico. All'Arabia Saudita è stata concessa l'opportunità per il WTTC di avere un ufficio regionale nel suo Regno. L'Arabia Saudita ha anche raggiunto il Messico e i Caraibi con opportunità di investimento e cooperazione. L'Arabia Saudita è anche sede del nuovo centro regionale UNWTO ed è previsto anche un centro con il Global Tourism Resilience and Crisis Management Center. Il ministro ha detto che quando il suo paese ha annunciato i visti turistici proprio prima che il mondo fosse colpito dal COVID-19, erano previste 40,000 domande. La realtà era di 400,000.

Gli oppositori in particolare negli Stati Uniti, Canada, Europa e Australia hanno avvertito di gravi violazioni dei diritti umani in Arabia Saudita. Il fatto, tuttavia, è che, nonostante queste sfide, il potenziale turistico per il Regno è enorme.

I vaccini da soli non sono la risposta. Leggi questa e altre sfide discusse e guarda l'evento archiviato online. Fare clic su PAGINA SUCCESSIVA.

Uno dei Ministri del Turismo più globali e un paladino per le esigenze delle destinazioni più piccole dipendenti dal turismo, l'On. Edmund Bartlett dalla Giamaica è ora in quarantena di 2 settimane al suo ritorno in Giamaica. Sapeva quanto fosse importante l'evento di Cancun per sollevare le preoccupazioni dei Caraibi e di altre destinazioni più piccole per competere con i giganti paesi sviluppati tra cui Stati Uniti, Europa e Regno Unito.

I vaccini da soli non possono essere la risposta. Deve esserci un equilibrio di correttezza. Il Regno Unito sarebbe colpevole di "politica sui vaccini" e discriminazione ingiusta se il mese prossimo vietasse i viaggi in paesi come la Giamaica, perché il numero di vaccinazioni in paesi come la Giamaica è troppo basso.

Invece, il signor Bartlett ha esortato il Regno Unito a onorare i suoi storici legami con il Commonwealth condividendo le sue scorte di vaccini con la Giamaica e altre nazioni più povere.

La verità è che 10 paesi avevano messo all'angolo più del 70% di tutti i vaccini nel mondo e stavano vaccinando le loro popolazioni a un tasso 5 volte superiore a quello del resto del mondo.

La verità è anche che molti dei cosiddetti paesi più poveri sono riusciti a mantenere sia i visitatori che i residenti più al sicuro dei paesi più ricchi con protocolli rigorosi progettati per la situazione individuale. Molti membri di piccole e medie dimensioni del World Tourism Network (WTN) sono preoccupati per questa disuguaglianza e sentono che danneggerà la ripresa. "Siamo al sicuro solo se tutti siamo al sicuro", ha detto il presidente degli Stati Uniti Biden. C'erano 170 ex capi di Stato e vincitori di premi Nobel che hanno esortato il presidente degli Stati Uniti a spingere per una rinuncia temporanea alla protezione brevettuale in modo che le nazioni più povere possano produrre o ottenere vaccini per le loro popolazioni. L'esempio peggiore è attualmente in corso in India.

In una prima mondiale, il WTTC ha organizzato il suo evento per la prima volta di persona dallo scoppio della pandemia - con altre decine di migliaia che si sono unite virtualmente - nel rispetto di rigorosi protocolli di igiene e salute di livello mondiale. eTurboNews ha fornito la sua rete globale a WTTC gratuitamente. Tutti i membri WTN sono stati anche invitati a guardare dal vivo e comunicare con i partecipanti WTN a Cancun tramite WhatsApp.

Sono stati messi a disposizione test regolari per tutti i delegati presenti per tutta la durata del Vertice per garantire che la loro sicurezza fosse fondamentale.

Su 1,000 test, 2 o 3 sono risultati positivi. "Non abbiamo consentito a coloro che sono risultati positivi al test di entrare nella sede dell'evento", ha affermato Gloria Guevara, Presidente e CEO di WTTC.

Gloria ha dichiarato: "WTTC ha riunito leader eccezionali di tutti i settori privato e pubblico in tutto il settore Travel & Tourism al nostro Global Summit, uniti nel loro desiderio di rilanciare in sicurezza i viaggi internazionali.

“La nostra stessa presenza qui, dimostra che possiamo riprendere i viaggi internazionali ancora una volta osservando i più recenti protocolli di salute e sicurezza, che WTTC ha contribuito a sviluppare per le aziende grandi e piccole in tutto il settore.

“Insieme abbiamo dimostrato che con un fronte unito, sia il settore pubblico che quello privato di Travel & Tourism possono guidare il cambiamento e far muovere di nuovo il mondo in modo che possiamo iniziare a viaggiare, esplorare e condividere le nostre esperienze faccia a faccia.

"Abbiamo concluso il nostro vertice globale qui a Cancun, fiduciosi di poter rilanciare insieme un settore che genererà la ripresa economica mondiale e riunirà le persone grazie agli incredibili benefici che i viaggi e il turismo internazionali possono portare".

Sotto il tema "Unire il mondo per la ripresa", i ministri del turismo di tutto il mondo e i leader aziendali di viaggi e turismo hanno convenuto che è necessaria una maggiore collaborazione pubblica e privata.

Alla sessione Global Leaders Dialogue del WTTC, hanno discusso di come il settore potrebbe affrontare le questioni urgenti della protezione dei posti di lavoro, del salvataggio delle imprese e del sostegno dell'economia globale attraverso la rinascita sicura dei viaggi internazionali.

La crescente importanza dell'utilizzo della tecnologia digitale, come la biometria, una forza importante nel mondo post-COVID-19, è stata riconosciuta come fondamentale per creare un viaggio senza contatto, sicuro e senza interruzioni.

WTTC si è inoltre impegnata a lavorare per un futuro più inclusivo e sostenibile. Si è impegnata a sostenere e promuovere l'uguaglianza di genere e l'equità, nonché a rafforzare la rappresentanza femminile nei ruoli di leadership lanciando la sua Iniziativa per le donne con l'aiuto della vincitrice di 18 singoli del Grande Slam, Martina Navratilova. 

Il Summit Globale ha visto la firma della Dichiarazione di Iniziativa delle Donne del WTTC, che ha riconosciuto il contributo delle donne in tutto il mondo e l'importanza di un ambiente equo affinché le donne prosperino come leader, imprenditrici e innovatrici.

Nella pagina successiva, puoi guardare entrambi i giorni dell'evento utilizzando il eTurboNews trasmissione in diretta. Fare clic su PAGINA SUCCESSIVA.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.