Progetto Auto

Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Catalan Catalan Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Chinese (Traditional) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Danish Danish Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Irish Irish Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Telugu Telugu Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Welsh Welsh Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Yoruba Yoruba Zulu Zulu

Quanto sono utili le bolle di viaggio?

Quanto sono utili le bolle di viaggio?
bolle di viaggio

Molti paesi stanno lavorando diligentemente alla creazione di bolle di viaggio con altre nazioni, soprattutto pensando alle persone vaccinate.

  1. Con COVID-19 che imperversa ancora in tutto il mondo, potrebbero esistere bolle di viaggio, ma quanto sono utili?
  2. Sebbene le bolle di viaggio siano già esistenti, a causa delle strategie di eliminazione dei virus molto conservative nella maggior parte dei paesi, queste bolle non vengono utilizzate.
  3. Le ondate di virus successive in Europa hanno appiattito tutti i discorsi di bolle di viaggio al di fuori dei confini dell'Unione europea.

Il ministro thailandese dello sport e del turismo Phiphat Ratchakitprakarn ha evidenziato nuovi colloqui con il governo di Singapore sulle bolle di viaggio. Sottolinea che Singapore ha esperienza di una tale bolla con l'Australia e la Nuova Zelanda, anche se al momento non funziona a causa delle strategie di eliminazione dei virus molto conservative in Australia. Anche un singolo caso di coronavirus lì può comportare la chiusura delle frontiere interne e l'interruzione delle bolle internazionali.

Mario Hardy, amministratore delegato della Pacific Asia Travel Association, ritiene che la Thailandia e il Vietnam potrebbero essere la base della prossima bolla di viaggio perché entrambi i paesi hanno una buona esperienza nel contenere il fastidioso virus. Ci sono stati anche colloqui informali con Taiwan che ha recentemente aperto una bolla di viaggio con l'arcipelago poco conosciuto dell'isola del Pacifico di Palau.

Tuttavia, le possibilità che la Thailandia apra con successo bolle di viaggio con qualsiasi paese orientato al turismo sono presto remote. La Cina e la Russia, che hanno fornito la maggior parte dei visitatori internazionali in Thailandia prima della pandemia, non hanno fretta di inviare i loro cittadini all'estero per timore di riportare indietro una variante del virus e la loro indennità di esenzione dai dazi.

Le successive ondate di virus in Europa hanno appiattito tutti i discorsi di bolle di viaggio al di fuori dei confini dell'Unione europea, mentre la Gran Bretagna ha reso attualmente illegale per i suoi titolari di passaporto andare in vacanza. Anche gli accordi privati ​​tra Thailandia e India sono fuori dal tavolo poiché i nuovi casi nel sub-continente si aggirano in media intorno agli 80,000 al giorno.

L'alternativa alle bolle di viaggio con i singoli paesi è la riduzione del tempo, o addirittura l'abbandono, delle restrizioni di quarantena per i viaggiatori individuali. Le autorità thailandesi hanno ora ridotto la quarantena sorvegliata negli hotel per turisti vaccinati da 14 giorni a 7 giorni. La maggior parte degli altri viaggiatori vedrà una riduzione a 10 giorni, sebbene 14 rimangano sulle carte se provengono da un'area infettiva in Africa o America Latina.

L'idea di Sandbox, in base alla quale i viaggiatori vaccinati eviteranno del tutto la quarantena, dovrebbe essere sperimentata a Phuket a partire da luglio. Ciò presuppone che almeno il 70 per cento della popolazione dell'isola sarà stato vaccinato prima della partenza, il che, al momento in cui scrivo, non è del tutto chiaro. Se tutto va bene, Pattaya e molte altre province orientate al turismo avranno Sandbox in ottobre. L'ingresso senza quarantena per tutti i partecipanti stranieri vaccinati è indicativamente previsto per gennaio 2022.

Il fatto che questo scenario ottimistico si verifichi nella pratica dipende da diversi fattori, in particolare se la Thailandia (o il mondo) dovrà affrontare seri gruppi di infezioni varianti da qui alla fine dell'anno. La burocrazia associata all'ottenimento dei visti thailandesi all'estero presso le ambasciate thailandesi, a meno che non venga modificata, è ancora gravosa con alcuni permessi, ma non tutti, che richiedono un'assicurazione medica generale e una copertura COVID. È ancora troppo presto per prevedere quando il turismo thailandese internazionale si riprenderà.

#rebuildingtravel