Ultime notizie dal Bahrain · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Spagna Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

America Latina: spettatore o attore in organizzazioni internazionali?

logo senza
Scritto da Galileo Violini

L'anticipo ingiustificato della data e l'impossibilità per molti ministri del turismo di recarsi a Madrid, trasferisce la rappresentanza degli Stati membri ai loro ambasciatori nell'elezione del prossimo Segretario generale dell'Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO). Con l'UNWTO con sede a Madrid, in Spagna, questo favorisce l'attuale Segretario generale, poiché non tutti i paesi hanno un ambasciatore residente in Spagna, quindi quelli che sono già in Spagna iniziano le votazioni con un pesante vantaggio ingiusto.

Stampa Friendly, PDF e Email

I piani di ripresa post-pandemia in America Latina hanno alcuni pilastri. Tra questi la ripresa del turismo. Questo è un problema globale a causa della crisi del trasporto aereo. Sarebbe illusorio pensare che possa essere risolto con azioni bilaterali. Un ruolo importante può essere svolto dall'UNWTO (Organizzazione mondiale del turismo) fondata nel 1974 e alla quale hanno aderito sin dall'inizio 19 paesi latinoamericani.

Questa organizzazione è alla vigilia dell'elezione del suo Segretario generale. Il ruolo che l'organizzazione giocherà nella ripresa mondiale post-pandemia richiede che sia una persona di grande credibilità e prestigio.

Purtroppo la pandemia non ha consentito di seguire il processo con la dovuta attenzione, ma ci sono alcuni elementi che i governi che guidano la lotta contro gli abusi e la corruzione non possono ignorare.

Una modifica del calendario elettorale, originariamente giustificata dalla data prevista per l'importante Fiera FITUR di Madrid, è stata mantenuta nonostante la pandemia abbia causato il rinvio di quella Fiera a maggio. Ciò, interpretato da molti come volto ad escludere la presentazione di forti candidature alternative, non ha impedito a un piccolo Stato del Golfo - il Bahrein - di presentarne uno che ha già avuto qualche appoggio in 2 dei 5 paesi latinoamericani membri del Consiglio Esecutivo di l'UNWTO.

L'anticipo ingiustificato della data e l'impossibilità per molti ministri del turismo di recarsi a Madrid, trasferirebbero la rappresentanza degli Stati membri ai loro ambasciatori. Ciò favorisce l'attuale Segretario generale, poiché non tutti i paesi hanno un ambasciatore residente in Spagna e le relazioni personali possono portare a scrutinio segreto per esprimere voti in contrasto con le indicazioni e le posizioni ufficiali del paese rappresentato.

Il sostegno dell'attuale segretario generale alla decisione di votare a gennaio è stato criticato in una lettera aperta dagli ultimi due segretari generali dell'UNWTO. L'insolitezza di un intervento di questa natura, anche in un linguaggio diplomaticamente corretto, è la prova conclusiva della gravità del caso.

La campagna dell'attuale Segretario Generale è stata criticata con maggior peso a causa della natura insolita del problema e con l'accusa di aver utilizzato le opportunità istituzionali dell'organizzazione per la sua campagna, visitando preferenzialmente i paesi membri del Consiglio Esecutivo dell'UNWTO e approfittando di queste visite selettive per promesse e impegni in caso di rielezione.

L'America Latina detiene la presidenza del Consiglio attraverso il Cile, un paese con una delle più grandi tradizioni di rifiuto della corruzione e secondo nella lista della percezione della corruzione nel continente. Un'immagine del genere non può essere contaminata poiché le voci suggeriscono che abbia ricevuto promesse significative.

L'America Latina ha un'importante minoranza proveniente dall'area geografica del candidato alternativo. La sua massima espressione è stata in più occasioni anche la più alta magistratura del Paese. Questa potrebbe essere una fonte di simpatia per la candidatura di SE Mai Al Khalifa, ma non è un criterio politico.

Quello che è, è affermare la necessità che questa nomina sia trasparente, ordinata e senza dubbi su comportamenti che possono influenzare l'immagine non solo di un'organizzazione ma del sistema delle Nazioni Unite. Gli ultimi anni sono stati difficili per le Nazioni Unite sia a livello delle stesse Nazioni Unite che di organizzazioni come l'UNESCO e l'OMS.

Non c'è bisogno di un'elezione frettolosa per aggiungere un'altra organizzazione a quella lista, e il tempo consentirebbe anche di apprezzare l'eventuale fondamento delle critiche menzionate. Ciò dovrebbe essere anche nell'interesse del Segretario generale uscente.

L'America Latina è sempre stata molto coesa nell'UNWTO, come si può vedere dai casi di elezione condivisa dei suoi membri rappresentativi nel Consiglio Esecutivo. Può giocare un ruolo importante in questa scelta ed è nel suo interesse non essere uno spettatore passivo. Questo è vero per i paesi membri del Consiglio Esecutivo così come per quelli che attualmente non lo sono.

Il World Tourism Network ha chiesto Decenza nelle elezioni dell'UNWTO e la sua campagna ha ottenuto sostegno in tutto il mondo.

#rebuildingtravel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Galileo Violini