Ultime notizie dal Bahrain · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Spagna Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Segreti di viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

L'Italia e l'elezione del Segretario Generale dell'UNWTO

UNWTOlogo
America Latina
Scritto da Galileo Violini

Il 19 gennaio 2021 il Consiglio Esecutivo dell'UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) dovrebbe nominare il prossimo Segretario Generale dell'UNWTO, nomina che dovrà essere ratificata ad ottobre dall'Assemblea Generale dei Paesi membri.

In Italia questa scadenza non ha suscitato molto interesse come spesso accade con le vicende delle Nazioni Unite al cui sistema appartiene UNWTO. Si tratta di un'organizzazione con sede in Spagna di cui Francesco Frangialli è stato Segretario Generale dal 1997 al 2009.

Questa mancanza di interesse può sorprendere se si considera che il campo di competenza dell'UNWTO è di primaria importanza per l'Italia. Nel 2019 ha contribuito per il 13% al PIL, impiegando 4.2 milioni di persone, e si aspettavano grandi prospettive per il 2020 con una differenziazione dei target turistici e, ironia della sorte, puntando anche ad essere il 2020 l'anno della cultura Italia-Cina con la previsione di un aumento dei voli relativi.

Le previsioni non si sono avverate e il settore è stato tra i più colpiti dagli effetti della pandemia COVID-19. Una diminuzione di 34 milioni di presenze estere ha comportato una perdita stimata di 8000 milioni di euro di cui la percentuale relativa ad alloggi, ristoranti e servizi rappresenta oltre il 60%. La necessità di controllare la diffusione della pandemia ha penalizzato il turismo interno con non poche polemiche.

L'impatto sull'occupazione è stato drammatico. Tra giugno 2019 e giugno 2020 è diminuito del 3.6% (841,000 posti di lavoro) e per circa un terzo questa diminuzione è imputabile al settore con un'incidenza relativa del 13% nella ristorazione e di quasi il 30% nell'edilizia abitativa.

Il settore è, quindi, centrale per la ripresa post-pandemia e l'UNWTO sarà inevitabilmente un attore importante. Se le previsioni di molti epidemiologi sono vere, gli effetti del vaccino saranno effettivi verso la fine del 2021 e, quindi, il Segretario generale eletto avrà l'onere gigantesco di dirigere la ripresa.

Nel migliore dei mondi, ci si aspetterebbe che la propria selezione venisse effettuata scegliendo tra un'ampia gamma di candidati. Sorprendentemente, non sarà così. Ci sono solo due candidati: l'attuale segretario generale, il signor Zurab Pololikashvili dalla Georgia, e il presidente dell'Agenzia per la cultura e le antichità del Bahrain, SE Mai Al Khalifa.

Questa non è una prova di disinteresse per la posizione. Altre sei persone avevano espresso l'intenzione di presentare la propria candidatura ma non sono state in grado di fornire tempestivamente la documentazione richiesta visto il breve tempo intercorso tra l'apertura e la chiusura delle candidature.

Per saperne di più ...

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Galileo Violini