Ultime notizie dall'Angola · XNUMX€ Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Investimenti · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Le riforme angolane intendono promuovere il turismo e l'industria dell'ospitalità

Angola-Luanda
Angola-Luanda

“L'aumento dei prezzi del petrolio e politiche più solide sotto il presidente Joao Lourenco dovrebbero portare maggiore stabilità al secondo esportatore di greggio dell'Africa, rafforzando le istituzioni del paese e attirando investimenti stranieri che stimoleranno la crescita economica e contribuiranno alla diversificazione dell'economia, compresi settori come il turismo e ospitalità."

Stampa Friendly, PDF e Email

Le prospettive di crescita dell'Angola sono destinate ad aumentare mentre il paese continua a fare passi avanti verso un corso economico più positivo ", afferma Wayne Troughton della società di consulenza immobiliare e ospitalità specializzata HTI Consulting.

“L'aumento dei prezzi del petrolio e politiche più solide sotto il presidente Joao Lourenco dovrebbero portare maggiore stabilità al secondo esportatore di greggio dell'Africa, rafforzando le istituzioni del paese e attirando investimenti stranieri che stimoleranno la crescita economica e contribuiranno alla diversificazione dell'economia, compresi settori come il turismo e ospitalità."

"La crescita economica vertiginosa di cui ha goduto l'Angola dopo la fine di decenni di conflitti civili nel 2002 si è arrestata improvvisamente quando il prezzo del petrolio è crollato nel 2014", afferma Troughton. "La conseguente vulnerabilità dell'economia del paese a causa della sua dipendenza dal petrolio è stata fortemente evidente negli ultimi anni, con il calo dei prezzi del petrolio che ha visto una crescita del PIL negativa nel 2016 del -0.7%", spiega.

“Nel 2016, l'occupazione delle camere d'albergo in Angola è scesa al 25%, sebbene il tasso nella capitale Luanda fosse più alto del 60%. L'indebolimento del contesto economico, combinato con un rallentamento del settore petrolifero (uno dei principali motori dei pernottamenti in albergo), ha avuto un impatto negativo sul mercato, in particolare a Luanda. Un certo numero di nuovi progetti alberghieri, molti dei quali dovrebbero entrare nel mercato nel 2015, sono stati sospesi perché gli sviluppatori hanno scelto di attendere le difficili condizioni di mercato ", afferma.

"Più di recente, tuttavia, il programma di stabilizzazione macroeconomica del nuovo governo, insieme a una ripresa del prezzo del petrolio attualmente scambiato al di sopra dei 70 dollari al barile, ha portato una rinnovata energia in Angola", afferma. I recenti risultati del Fondo monetario internazionale hanno anche elogiato gli sforzi del governo per migliorare il clima degli investimenti e le previsioni di crescita riviste per il 2018 sono state spostate verso l'alto dall'1.6 al 2.2%. Commenta Troughton, "Sebbene le proiezioni siano moderate, è comunque un'indicazione che l'economia sta attraversando una lieve ripresa e che sono stati messi in atto elementi per guidare un'ulteriore crescita economica".

"In definitiva, un ambiente economico ripristinato avrà un impatto positivo sui mercati del turismo e dell'ospitalità del paese", continua. "Una serie di misure stanno attualmente accelerando il rilascio di visti turistici e d'affari, un processo storicamente difficile che è stato a lungo una delle principali lamentele da parte delle aziende internazionali e dovrebbe aiutare a facilitare i viaggi d'affari". Inoltre, la costruzione del nuovo aeroporto internazionale di Luanda, originariamente prevista per l'apertura 2015/2016, è ricominciata dopo diversi ritardi e il nuovo aeroporto, che ora dovrebbe aprire nel 2020, dovrebbe aumentare la capacità complessiva di Luanda da 3.6 milioni a 15 milioni di passeggeri all'anno.

Il progetto del Sonangol Hotel (un albergo di 377 piani e 24 camere a Luanda) è tornato in pista dopo due anni di chiusura. Secondo le informazioni della compagnia petrolifera Sonangol, "sarà una delle unità alberghiere più grandi e imponenti del paese" e "potrà vedere i lavori completati quest'anno". Anche Park Inn by Radisson Lagos Apapais aprirà entro la fine dell'anno e, secondo il quotidiano locale angolano Valor Econômico, AccorHotels tornerà nel Paese. Alka Winter, Vice President of Global Communications AccorHotels Middle East and Africa, non è stato in grado di approfondire i dettagli, ma ha detto: "Crediamo nel potenziale a lungo termine nei paesi in cui operiamo e nel contesto dell'Angola , non vediamo l'ora di sviluppare in futuro le nostre attività e di fornire la nostra esperienza di gestione su una vasta gamma di marchi ".

Nell'agosto di quest'anno il governo angolano ha annunciato un investimento di 20 milioni di dollari per costruire un istituto di formazione alberghiera locale, Luanda Hotel School, nel tentativo di promuovere l'industria del turismo del paese. "Il progetto da 20 milioni di dollari, che è sia un hotel funzionante che una scuola di ospitalità, dovrebbe aprire entro 12 mesi e avrà una capacità per 500 studenti, avrà 50 camere, 12 aule e alloggio per 96 studenti", ha detto il ministro dell'Angola per Hotel e Turismo, Pedro Mutindi. Il nuovo Piano Operativo per il Turismo 2018/2022 dovrebbe anche aiutare a sfruttare il turismo nell'economia. Secondo il ministro, è essenziale migliorare i servizi di base, come le strade di accesso e l'ispezione dei siti turistici, al fine di salvaguardare le loro strutture, nonché la formazione delle risorse umane per consentire all'Angola di raggiungere gli standard mondiali nel settore del turismo.

L'Angola si concentra sulla riduzione della sua dipendenza dal petrolio attraverso la diversificazione della sua economia. Attualmente il petrolio rappresenta circa il 96% delle esportazioni, tuttavia la proiezione del BMI secondo cui la produzione di petrolio diminuirà annualmente del 4.3% tra il 2020 e il 2027 aumenta l'urgente necessità di diversificazione. Una legge sugli investimenti privati, recentemente approvata dall'Assemblea nazionale, rimuove diverse barriere all'ingresso agli investimenti diretti esteri. Il governo ha anche lanciato un programma per diversificare le esportazioni e sostituire le importazioni. Il paese ha una base significativa di ricchezza mineraria e agricola. È il terzo produttore di diamanti in Africa e possiede oro, cobalto, manganese e rame, oltre a riserve di gas naturale che devono ancora essere completamente sviluppate.
"In prospettiva, la crescita della domanda alberghiera in Angola continuerà poiché nuove aree di interesse potenzialmente aumenteranno il flusso di viaggiatori verso il paese". dice Troughton. “Con il proseguimento delle riforme, l'attrattiva dell'Angola come destinazione degli investimenti crescerà. Gli investitori con prospettive di medio-lungo termine e con precedenti esperienze di lavoro in Africa sono probabilmente i più adatti per l'ingresso anticipato in questo mercato ".

“Le riforme sistematiche in corso, unite all'impegno del Presidente di promuovere una maggiore attività commerciale, garantiscono che i potenziali investitori considerino le opportunità ora. Le multinazionali disposte ad avere una visione a lungo termine possono sfruttare la finestra di opportunità che si sta aprendo e anticipare i concorrenti ", conclude.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

editore responsabile eTN

eTN Gestione dell'editor di assegnazione.