eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Burkina Faso Ultime notizie · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Taiwan Ultime notizie · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio

Taiwan e Burkina Faso interrompono le relazioni diplomatiche sotto la pressione della Cina

0a1a1-29
0a1a1-29

Taiwan ha interrotto le relazioni con il Burkina Faso dopo che la nazione africana ha dichiarato di aver tagliato i rapporti diplomatici con l'isola autogovernata, ha detto giovedì il ministro degli Esteri taiwanese Joseph Wu.

Wu ha espresso rammarico per la decisione e ha aggiunto che Taiwan non può competere con le risorse finanziarie della Cina.

La Cina afferma che l'isola non ha diritto a legami formali con nessun paese straniero.

Taiwan e la Cina hanno gareggiato per l'influenza a livello internazionale per decenni, spesso facendo penzolare generosi pacchetti di aiuti di fronte alle nazioni più povere.

Il Burkina Faso è il secondo paese ad abbandonare Taiwan in poche settimane. La Repubblica Dominicana ha spostato il riconoscimento a Pechino all'inizio di questo mese, lasciando l'isola con solo 18 alleati diplomatici in tutto il mondo.

Il presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha detto che le mosse della Cina continentale seguono i "recenti progressi dell'isola sui legami economici e di sicurezza con gli Stati Uniti e altri paesi con idee simili".

“La Cina [continentale] ha toccato i profitti della società di Taiwan. Non lo tollereremo più, ma saremo più determinati a raggiungere il mondo ", ha detto Tsai.

Ha aggiunto che Taiwan non si sarebbe impegnata nella diplomazia del dollaro - inondando potenziali alleati con aiuti in denaro - in concorrenza con la terraferma.

Non è stato subito chiaro se Burkina Faso e Pechino avrebbero stabilito relazioni diplomatiche, ma Wu ha detto che poteva essere solo "prima o poi" e che "tutti sanno che la Cina [continentale] è l'unico fattore".

A Pechino, il ministero degli Esteri ha dichiarato in un comunicato di aver approvato la decisione del Burkina Faso.

"Diamo il benvenuto al Burkina Faso che si unisce alla cooperazione amichevole Cina-Africa il prima possibile sulla base del principio di una sola Cina", ha detto il portavoce Lu Kang.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Capo redattore incaricato

Capo redattore incarico è OlegSziakov