eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ RD Congo Ultime notizie · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Allerta di viaggio: i paesi dell'Africa orientale emettono un allarme mortale per epidemia di virus Ebola

Vittima di Ebola
Vittima di Ebola

Gli stati dell'Africa orientale al confine con la Repubblica Democratica del Congo (RDC) avevano emesso un avviso di allerta per residenti, viaggiatori e visitatori che chiamavano nella regione per prendere serie precauzioni contro lo scoppio del virus Ebola mortale e contagioso recentemente segnalato a Bikoro, nella provincia dell'Equateur nella regione Democratica Repubblica del Congo.

La malattia aveva ucciso 17 persone in Congo cinque giorni fa. L'Ebola è spesso fatale se non trattata e ha un tasso medio di mortalità di circa il 50% secondo l'Organizzazione mondiale della sanità.

Esperti sanitari hanno affermato che il virus mortale Ebola viene trasmesso alle persone attraverso il contatto diretto con animali selvatici e si diffonde attraverso la trasmissione da uomo a uomo.

Il virus mortale Ebola è stato segnalato per la prima volta nei paesi africani vicino al fiume Congo nel 1976, ma i suoi casi gravi sono stati segnalati negli ultimi anni dopo che sono stati registrati diversi decessi.

Condannata a guerre civili, la Repubblica Democratica del Congo è stata segnalata come l'origine del virus mortale Ebola che è derivato dai primati poi diffuso agli esseri umani. I congolesi cacciano gorilla, scimpanzé e scimmie come carne di bosco.

La Tanzania e altri paesi dell'Africa al confine con il Congo hanno reintrodotto lo screening di routine di tutti i viaggiatori ai punti di ingresso e avvertito i cittadini di essere vigili.

Il rischio per la salute pubblica in tutta la regione dell'Africa orientale rimane elevato non solo a causa della debolezza interna del sistema sanitario del Congo dilaniato dalla guerra per contenere il virus, ma anche per la natura porosa dei confini.

Il ministro della Salute tanzaniano Ummy Mwalimu ha emesso un avviso per le persone che vivono nelle aree confinanti con il Congo, dicendo che il governo della Tanzania sta monitorando le tendenze dell'Ebola con alte precauzioni per garantire che non ci siano possibilità che la malattia si diffonda oltre i confini.

Il ministro della Salute keniota Sicily Kariuki ha detto che esperti sanitari sono stati schierati in tutti i punti di frontiera per controllare tutti i passeggeri che entrano nella nazione dell'Africa orientale per possibili sintomi del virus Ebola.

Ha detto che il governo del Kenya ha istituito un Consiglio nazionale per le emergenze sanitarie, incaricato di prevenire la diffusione del virus mortale Ebola in questo paese di destinazione del safari africano.

Sebbene non sia a grande rischio rispetto ai suoi vicini, il Kenya ha un grande movimento di viaggiatori dal Congo attraverso i suoi confini di ingresso di Busia e Malaba attraverso il confine dell'Uganda.

L'aeroporto internazionale Jomo Kenyatta è il punto di ingresso più trafficato per i viaggiatori provenienti dal Congo, dove Kenya Airways opera voli tra Nairobi e Lubumbashi.

Lubumbashi è la seconda città più grande del Congo conosciuta come la capitale mineraria che ospita le più grandi compagnie minerarie.

Nelle ultime cinque settimane, ci sono state 21 sospette febbri emorragiche virali nell'area di Ikoko Iponge in Congo e dintorni, tra cui 17 morti. L'ultima epidemia di Ebola si è verificata nel 2017 nella zona sanitaria di Likati, provincia di Bas Uele, nella parte settentrionale del paese ed è stata rapidamente contenuta.

Nel 2014, più di 11,300 persone, principalmente in Guinea, Sierra Leone e Liberia, sono state uccise nella peggiore epidemia di Ebola, colpendo gravemente il settore turistico dell'Africa poiché i viaggiatori hanno cancellato i loro itinerari di visita nel continente.

Il consumo di prodotti di primati è stato considerato la fonte dell'epidemia di virus Ebola nei paesi africani che si affacciano sull'Equatore, principalmente in Congo, dove gorilla, scimpanzé, babbuini e scimmie vengono uccisi per fornire carne di cespuglio.

La foresta del Congo e il suo ambiente adiacente ospitano primati che hanno dominato le foreste in Uganda, Ruanda, Burundi e Tanzania occidentale.

Gorilla e scimpanzé sono gli animali più attraenti che attirano migliaia di turisti in Ruanda e Uganda con un'elevata protezione dai governi attraverso le loro autorità per la conservazione della fauna selvatica.

Le uccisioni di primati, principalmente gorilla in Congo per la carne di boscaglia, sono state alimentate dalla mancanza di protezione del governo, tenendo conto delle guerre civili che hanno infuriato il paese per decenni, hanno osservato gli ambientalisti.

Un'epidemia mortale di Ebola in Africa occidentale è stato recentemente portato sotto controllo dopo aver ucciso molti.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Apolinari Tairo - eTN Tanzania