Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Repubblica Dominicana Ultime notizie · XNUMX€ Ultime notizie dal Guatemala · XNUMX€ Ultime notizie in Honduras · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Perché i turisti responsabili dovrebbero visitare Honduras, El Salvador, Repubblica Dominicana e Guatemala

childmarra
childmarra

I turisti responsabili dovrebbero cercare di viaggiare e sostenere Honduras, El Salvador, Repubblica Dominicana e Guatemala attraverso il turismo. I turisti responsabili dovrebbero controllare attentamente quando supportano altri paesi caraibici e latinoamericani. Questo messaggio diventa tempestivo con l'inizio del WTTC (World Travel and Tourism Summit) che sta per iniziare a Buenos Aires, in Argentina.

Fatta eccezione per Honduras, El Salvador, Repubblica Dominicana e Guatemala, altri paesi dell'America Latina e dei Caraibi stanno lottando per fare progressi contro i matrimoni precoci rispetto ai paesi dell'Asia meridionale, secondo un rapporto dell'UNICEF.

Mentre altre parti del mondo hanno ridotto l'incidenza dei matrimoni precoci, "non è stato così nella nostra regione, dove una donna su quattro si sposa prima dei 18 anni", dice Maria Cristina Perceval, capo locale dell'UNICEF.

L'America Latina e i Caraibi sono diventati l'unica regione al mondo in cui i matrimoni precoci non sono diminuiti in modo significativo negli ultimi dieci anni, secondo un recente rapporto del Agenzia delle Nazioni Unite per l'infanzia (UNICEF).

"Stiamo osservando un reale progresso in altre parti del mondo per proteggere le ragazze dai matrimoni precoci", ha dichiarato a Panama City Maria Cristina Perceval, capo dell'Unicef ​​per l'America Latina e i Caraibi. "Tuttavia, questo non è stato il caso nella nostra regione, dove una donna su quattro si sposa prima dei 18 anni".

Di conseguenza, queste ragazze non beneficiano delle stesse opportunità di vita a medio e lungo termine, con un rischio maggiore di violenza sessuale, gravidanze precoci, abbandono della scuola, oltre all'esclusione sociale dai loro coetanei, ha aggiunto Perceval.

Solo quattro paesi della regione hanno vietato i matrimoni precoci, con Honduras, El Salvador, Repubblica Dominicana e Guatemala.

A febbraio, un altro rapporto Unicef ​​ha avvertito che non c'erano stati progressi sufficienti nella riduzione dell'alto gravidanza in adolescenza tassi in America Latina e Caraibi: sebbene i tassi complessivi di gravidanze adolescenziali siano “leggermente diminuiti” negli ultimi tre decenni, la regione ha il secondo tasso più alto a livello globale.

Il numero totale di ragazze sposate durante l'infanzia è pari a 12 milioni all'anno e senza che le politiche pubbliche affrontino adeguatamente il problema, più di 150 milioni di ragazze in più si sposeranno prima del loro 18 ° compleanno entro il 2030, ha trovato il rapporto.

A livello globale, circa una ragazza adolescente su sei (di età compresa tra 15 e 19 anni) è attualmente sposata o unita. L'Africa occidentale e centrale ha la percentuale più alta di adolescenti sposati (27%), seguita dall'Africa orientale e meridionale (20%) e dal Medio Oriente e dal Nord Africa (13%). L'America Latina è al quarto posto con l'11% del totale delle ragazze adolescenti.

Secondo l'UNICEF, i matrimoni precoci e le unioni precoci nella regione sono associati all'alto tasso di gravidanze adolescenziali, la seconda al mondo, e al rischio di violenza sessuale, oltre alla disuguaglianza di genere.

Fattori a cui si aggiungono molti altri come la povertà, le norme sociali, i ruoli e le relazioni di genere, le convinzioni e le lacune nella legislazione nazionale.

“Nella regione, l'uguaglianza delle ragazze è limitata dall'impatto della maternità precoce, dalla violenza e dalle limitate opportunità di vita. Non possiamo tenere gli occhi chiusi su un potenziale perduto e diritti dimenticati ', da qui la chiamata urgente di porre fine a queste pratiche, ha affermato Perceval.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.