eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Notizie dal settore delle riunioni · XNUMX€ Ruanda Ultime notizie · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire

IATA - Africa Aviation: sicurezza, connettività, fondi bloccati, capitale umano

0a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a-13
0a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a1a-13

L'International Air Transport Association (IATA) ha evidenziato cinque priorità che devono essere affrontate affinché l'aviazione offra i massimi benefici economici e sociali in Africa. Questi sono:

  • Migliorare gli sforzi per la sicurezza
  • Consentire alle compagnie aeree di migliorare la connettività intra-africana
  • Sblocco dei fondi delle compagnie aeree
  • Evitare la ri-frammentazione della gestione del traffico aereo e gli investimenti eccessivi
  • Garantire che l'Africa abbia i professionisti di cui ha bisogno per sostenere la crescita del settore

L'aviazione attualmente supporta 6.8 milioni di posti di lavoro e contribuisce con 72.5 miliardi di dollari di PIL all'Africa. Nei prossimi 20 anni la domanda di passeggeri dovrebbe aumentare in media del 5.7% all'anno.

“L'Africa è la regione con il maggior potenziale di aviazione. Oltre un miliardo di persone sono sparse in questo vasto continente. L'aviazione è in una posizione unica per collegare le opportunità economiche dell'Africa internamente e oltre. E così facendo, l'aviazione diffonde prosperità e cambia in meglio la vita delle persone. È importante per l'Africa. L'aviazione può aiutare a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, tra cui l'eliminazione della povertà e il miglioramento sia dell'assistenza sanitaria che dell'istruzione ", ha affermato Alexandre de Juniac, Direttore generale e CEO della IATA, in un discorso programmatico pronunciato a suo nome da Raphael Kuuchi, Vicepresidente della IATA , Africa, alla 49a Assemblea Generale Annuale dell'Associazione delle Compagnie Aeree Africane (AFRAA) a Kigali, Ruanda.

“Anche l'Africa deve affrontare grandi sfide e molte compagnie aeree lottano per il pareggio. E, nel complesso, l'industria aeronautica africana perderà $ 1.50 per ogni passeggero che trasporta. I governi dovrebbero essere consapevoli che l'Africa è un luogo ad alto costo per l'aviazione. Le tasse, i costi del carburante e delle infrastrutture sono superiori alla media globale. Inoltre, l'insufficiente controllo della sicurezza, il mancato rispetto degli standard globali e gli accordi restrittivi sui servizi aerei si aggiungono all'onere che ostacola i vantaggi economici e sociali dell'aviazione ", ha affermato de Juniac.

Sicurezza
La sicurezza in Africa è migliorata. Nel 2016 non si sono verificati decessi di passeggeri o perdite di scafi di jet nell'Africa subsahariana. Quando sono incluse le operazioni con turboelica, l'Africa subsahariana ha registrato 2.3 incidenti per milione di voli contro una media globale di 1.6 incidenti per milione di voli.

“La sicurezza africana è migliorata, ma c'è un gap da colmare. Gli standard globali come lo IATA Operational Safety Audit (IOSA) sono la chiave. Le statistiche sulle prestazioni per IOSA mostrano che il tasso di incidenti dei 33 vettori registrati IOSA nell'Africa subsahariana è la metà di quello dei vettori non presenti nel registro. Ecco perché esorto i governi africani a utilizzare IOSA nella loro supervisione sulla sicurezza ", ha affermato de Juniac.

De Juniac ha anche chiesto una migliore supervisione della sicurezza del governo, osservando che solo 22 stati africani hanno raggiunto o superato l'attuazione del 60% degli standard e delle pratiche raccomandate (SARP) dell'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale (ICAO) per la supervisione della sicurezza. “La dichiarazione di Abuja impegnava gli stati a raggiungere la sicurezza di livello mondiale in Africa. I SARP dell'ICAO sono standard globali critici. E i governi non devono restare indietro nel portare a termine importanti obiettivi di Abuja riveduti, come l'istituzione di Runway Safety Teams ”, ha detto de Juniac.

Connettività intra-africana
La IATA ha esortato i 22 stati che hanno sottoscritto la decisione di Yamoussoukro (che apre i mercati dell'aviazione intra-africani) a mantenere il loro impegno. E ha inoltre esortato i governi a portare avanti l'iniziativa sul mercato del trasporto aereo in Africa unica dell'Unione africana.

“La crescita economica africana è frenata dalla mancanza di connettività aerea intra-africana. Le opportunità si perdono semplicemente perché non sono disponibili collegamenti aerei convenienti. Sebbene non possiamo annullare il passato, non dovremmo perdere un futuro luminoso ", ha affermato de Juniac.

Fondi bloccati
Le compagnie aeree incontrano vari gradi di difficoltà nel rimpatriare i ricavi guadagnati in Africa dalle loro operazioni in Angola, Algeria, Eritrea, Etiopia, Libia, Mozambico, Nigeria, Sudan e Zimbabwe. “Sono necessarie soluzioni pratiche in modo che le compagnie aeree possano rimpatriare in modo affidabile i loro ricavi. È una condizione per fare affari e fornire connettività ", ha affermato de Juniac.

Gestione del traffico aereo
La IATA ha invitato i governi africani a evitare la ri-frammentazione della gestione del traffico aereo di fronte alle decisioni del Ruanda di lasciare la Dar-Es-Salamm Flight Information Region (FIR) e il Sud Sudan per lasciare la FIR di Khartoum. “Le iniziative ASENCA, COMESA e EAC per lo spazio aereo superiore migliorano l'efficienza della gestione del traffico aereo lavorando insieme. Esorto il Ruanda e il Sud Sudan a riconsiderare le loro decisioni ", ha detto de Juniac.

La IATA ha inoltre sollecitato la consultazione del settore sulle decisioni di investimento nella gestione del traffico aereo. Ciò garantirà l'allineamento con le esigenze operative delle compagnie aeree ed eviterà investimenti eccessivi. “Gli investimenti devono migliorare la sicurezza e l'efficienza dal punto di vista dell'utente. In caso contrario, sono solo un onere aggiuntivo in termini di costi ", ha affermato de Juniac. Il quadro del processo decisionale collaborativo (CDM) dell'ICAO è una guida pratica per tali consultazioni.

Capitale Umano
Per sostenere questa crescita sarà necessaria una forza lavoro molto più ampia. “I governi africani devono collaborare con l'industria per comprendere meglio le esigenze future del settore. Ciò guiderà la creazione di un contesto politico per supportare lo sviluppo dei futuri talenti necessari per offrire i benefici della crescita dell'aviazione ", ha affermato de Juniac.

Leggi il discorso completo di Alexandre de Juniac

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.