Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Georgia Ultime notizie · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Come vede un giornalista georgiano il candidato dell'UNWTO Zurab Pololikashvili alla carica di Segretario generale?

Zurab1
Zurab1

L'autore di questo rapporto di due diligence sul candidato dell'UNWTO Zurab Pololikashvili è un analista geopolitico con legami estremamente forti con il paese della Georgia. Se c'è qualche parzialità in questa relazione, è la preoccupazione e il rispetto degli autori per la Georgia. Solo per questo motivo, non è nell'interesse degli autori danneggiare le possibilità del candidato georgiano, Zurab Pololikashvili, di diventare il primo segretario generale georgiano dell'UNWTO. In teoria un tale sviluppo sarebbe ottimo per la Georgia. Ma se un candidato georgiano viene eletto in circostanze dubbie o anche lontanamente compromesse, il paese della Georgia ha il maggior parte perdere.

A causa dell'interesse acquisito del governo georgiano in queste elezioni e dell'ampia rete di sostenitori di Pololikashvili, gli autori di questo rapporto hanno preso un serio rischio nel compilarlo. La Georgia è un piccolo paese. Rischiamo un notevole contraccolpo e rappresaglie pubblicando questo. Il motivo per cui abbiamo scelto di procedere è perché le discrepanze qui descritte potrebbero alla fine danneggiare il paese, lo stesso paese che Pololikashvili ha servito così bene. La posta in gioco è anche il progresso dei paesi in via di sviluppo che fanno affidamento sul turismo non solo per il vantaggio economico, ma per il loro progresso e miglioramento generale.

Questo non è personale. Gli autori di questo rapporto tengono Zurab Pololikashvili nella massima considerazione. Il suo servizio al paese della Georgia è impareggiabile. La sua competenza sia nel settore pubblico che in quello privato lo ha reso indispensabile per gli ultimi tre governi georgiani.

In sei settimane di interviste, nessuno ha avuto nulla di negativo da dire su Zurab. Anche i suoi avversari legali, membri di un giornale che stanno facendo causa alla banca che ha contribuito a costruire, non hanno avuto nulla di negativo da dire su di lui. (Vedi sezione finale)

Rapporto di due diligence sul candidato dell'UNWTO Zurab Pololikashvili

Quello che segue è un rapporto sul ruolo di Zurab Pololikashvili come candidato per il Segretario generale dell'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite (UNWTO), la mancanza di trasparenza, integrità e responsabilità da parte di quasi tutte le parti in quella campagna, il fallimento dell'intero sistema e leadership che ha permesso che accadesse. Questo rapporto è stato compilato nelle ultime sei settimane. Non vuole essere un resoconto completo di tutti i giocatori e dei loro fallimenti nel processo elettorale. Invece, forniamo un breve sguardo a un processo di candidatura imperfetto, il candidato, cosa è andato storto e perché

Nel maggio 12th, 2017, Zurab Pololikashvili (nato il 12 gennaioth, 1977, a Tbilisi, Georgia) è stato nominato dal Consiglio esecutivo dell'UNWTO per la carica di Segretario generale per il 2018-2021. La 105a sessione si è tenuta a Madrid, in Spagna, dove presta servizio come ambasciatore georgiano.

Storicamente il candidato è eletto. O come UNWTO lo mette, "La raccomandazione del Consiglio Esecutivo dell'UNWTO sarà sottoposta alla prossima 22a Assemblea Generale dell'UNWTO per la ratifica (11-16 settembreth, 2017, Chengdu, Cina). "

Eppure il precedente storico di quest'anno potrebbe non decidere il risultato finale. Pololikashvili deve ricevere i 2/3 dei voti per vincere. E sta perdendo fiducia velocemente.

L'elezione del segretario generale dell'UNWTO è intesa come un'elezione di individui con il candidato più esperto che prevale. Invece, questo processo è stato dominato da accordi, favori e negoziati dietro le quinte della FIFA-esc tra vari paesi e non dall'esperienza e integrità dei singoli candidati. Di conseguenza, i rappresentanti del settore turistico sono sempre più preoccupati per l'integrità dell'intero processo.

Linea di fondo,

La posta in gioco è semplicemente troppo alta perché questo processo venga indebolito dagli interessi nazionali. O come dice la stessa UNWTO:

“Oggi, il volume d'affari del turismo è pari o addirittura superiore a quello delle esportazioni di petrolio, prodotti alimentari o automobili. Il turismo è diventato uno dei principali attori del commercio internazionale e rappresenta allo stesso tempo una delle principali fonti di reddito per molti paesi in via di sviluppo. Questa crescita va di pari passo con una crescente diversificazione e concorrenza tra le destinazioni. Questa diffusione globale del turismo negli stati industrializzati e sviluppati ha prodotto vantaggi economici e occupazionali in molti settori correlati, dall'edilizia all'agricoltura o alle telecomunicazioni. del turismo al benessere economico dipende dalla qualità e dai ricavi dell'offerta turistica. UNWTO assiste le destinazioni nel loro posizionamento sostenibile in mercati nazionali e internazionali sempre più complessi. In qualità di agenzia delle Nazioni Unite dedicata al turismo, UNWTO sottolinea che in particolare i paesi in via di sviluppo trarranno vantaggio dal turismo sostenibile e agisce per contribuire a renderlo una realtà ".

Per questo motivo, un numero crescente di rappresentanti di varie nazioni ha ora iniziato a mettere in discussione la trasparenza e l'integrità del processo di nomina. Crediamo che la luce solare sia il miglior disinfettante.

L'obiettivo di questa relazione è far luce e portare trasparenza in un processo che riteniamo sia stato compromesso. L'obiettivo di questo rapporto è non prendere di mira o attaccare qualsiasi individuo, ma esporre i difetti del sistema UNWTO globale e quello che sembra essere un fallimento nell'imparzialità dell'intero processo elettorale.

I rappresentanti di ogni paese avranno un'ultima opportunità per eleggere o rifiutare Zurab Pololikashvili come capo di "il più grande del mondo industria del settore dei servizi commerciali ". Purtroppo le alternative sono altrettanto problematiche.

Walter Mzembi dello Zimbabwe ha guidato l'accusa contro Pololikashvili, gridando allo scandalo, avanzando accuse di corruzione, chiedendo cambiamenti e controllo pubblico. Purtroppo Mzembi è anche il candidato arrivato secondo. È il più prevenuto possibile candidato, eppure si è fatto spudoratamente l'alternativa di “opposizione”.

Il fallimento di un sistema

Se eletto, Zurab Pololikashvili diventerà un ottimo segretario generale dell'UNWTO. Perché allora, potreste chiedere, Pololikashvili è il punto focale di questo rapporto sul fallimento dell'integrità del processo elettorale dell'UNTWO?

Non è quello che Pololikashvili DID ma quello che ha fatto non fare. A parte la sua decisione estremamente controversa di portare i membri del consiglio esecutivo dell'UNWTO a una partita del Real Madrid esaurita (si è assicurato un intero blocco di biglietti) durante una riunione in corso il 10 maggio Pololikashvili non si è battuto apertamente per la carica per la quale potrebbe essere presto eletto. Invece i membri del governo georgiano, il Primo Ministro e il Ministero degli Affari Esteri in particolare, hanno fatto una campagna a suo favore. La Georgia non è sola.

Quasi tutti i paesi che hanno presentato un candidato valido hanno condotto la propria campagna a livello nazionale, come paese e non come candidato con le credenziali necessarie. Altre dozzine di paesi sono colpevoli di fare accordi segreti e non autorizzati con i principali contendenti. Il fallimento risiede nel sistema nel suo insieme e nella sua leadership.

La più grande offesa di Zurab Pololikashvili è che ha vinto la nomination. Lo ha fatto senza rivolgersi una volta all'organismo dell'UNWTO. A parte un white paper citato di seguito, non ha sostenuto la sua esperienza o la sua politica futura. Questo non solo mina l'integrità del processo, ma è anche estremamente cinico. Invia esattamente il messaggio sbagliato a persone con aspirazioni future per la posizione e i paesi che rappresentano.

Per quanto riguarda gli autori di questo rapporto, Pololikashvili ha rifiutato più tentativi di interviste. Ha rifiutato le e-mail e si è rifiutato di rispondere o ha riattaccato quando abbiamo tentato di contattarlo, dopo aver inizialmente accettato un colloquio. Forse la cosa più scoraggiante è stata la sua risposta iniziale quando abbiamo chiesto per la prima volta un'intervista:

Ci ha detto di aspettare fino a quando non avesse vinto le elezioni.

Non eravamo solo noi. Pololikashvili non ha tenuto una sola conferenza stampa, invece ha parlato per lui l'attuale segretario generale Dr. Taleb Rifai, così come il primo ministro georgiano, Giorgi Kvirikashvili. La responsabilità è una virtù che dovrebbe essere richiesta al potenziale leader di una delle più grandi industrie del mondo. Questo è impossibile se quella figura sceglie di ignorare i media. Eppure Pololikashvili non ha violato nessuna legge o regolamento UNWTO rifiutandosi di parlare ai media. Ancora una volta la più grande offesa di Pololikashvili è ciò che ha fatto non fare.

In definitiva, l'attuale leadership dell'UNWTO dovrebbe essere ritenuta responsabile. Ce ne sono a dozzine: Abulfas Garaye, Ministro della Cultura e del Turismo dell'Azerbaigian - un paese sempre più autoritario che confina con la Georgia e condivide un rapporto geopolitico molto stretto - era presidente del consiglio esecutivo di Madrid quando Pololikashvili è stato nominato. L'attuale segretario generale dell'UNWTO, il dottor Taleb Rifai, partirà portando questo fardello. Potrebbe benissimo arrivare a definire la sua eredità.

Modalità di aggiornamento

Di seguito è riportata la biografia di Zurab Pololikashvili dal sito web della sua ambasciata: http://spain.mfa.gov.ge/index.php?lang_id=SPA&sec_id=269. Al 31 agostost, 2017, questa biografia non era disponibile in inglese e il sito web era indicato come "in modalità di aggiornamento".

Quando si considera la discrepanza tra questo e la biografia (sotto) presentata all'UNWTO e la controversia sulla mancanza di trasparenza nella nomina di Pololikashvili, c'è motivo di credere che questo "aggiornamento" non sia una coincidenza.

In ogni momento, gli autori di questo rapporto, insieme a molti altri giornalisti che indagavano su questo problema, sono stati inibiti nella loro ricerca di informazioni, in particolare per quanto riguarda le credenziali turistiche di Pololikashvili, di cui sembrano non essercene quasi nessuna.

Allegato A: A partire dal http://spain.mfa.gov.ge/

 Ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Georgia nel Regno di Spagna, nel Principato di Andorra, nella Repubblica democratica popolare di Algeria e nel Regno del Marocco, Rappresentante permanente della Georgia presso l'Organizzazione mondiale del turismo (OMC)

CARRIERA

  • Dal 15 aprile 2012 Ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Georgia nel Regno di Spagna
  • 2009-2010 Ministro dello sviluppo economico della Georgia

 

ESPERIENZA NEL SETTORE PRIVATO

L'esperienza professionale dell'Ambasciatore Pololikashvili nel settore privato comprende diversi anni nel settore finanziario e bancario, ricoprendo il ruolo di Direttore delle Operazioni Internazionali presso l'entità “TBC Bank” (una delle banche più prestigiose della Georgia). Direttore della Filiale Centrale di “TBC Bank” (2001-2005) e Vice Presidente del Gruppo TBC (2010-2011). 

Nel 2011-2011, l'ambasciatore Pololikashvili è stato direttore generale dell'FC Dinamo de Tbilisi, la squadra di calcio professionistica più eccezionale della Georgia.

TITOLO ACCADEMICO

2008-2009 Global Senior Management Program (GSMP), IE Business School, Instituto de Empresa, Madrid, Spagna

1994-1998 Laurea in Banca, Technical University of Georgia, Tbilisi, Georgia

INFORMAZIONI PERSONALI

Data di nascita 12 gennaio 1977, Tbilisi, Georgia

Sposato con tre figli

Le lingue:

Georgiano (nativo)

Inglese, spagnolo e russo (fluente)

Francese, giapponese e polacco (parlato)

NOTA:   Pololikashvili e coloro che cercano la sua nomina hanno preso le sue impressionanti credenziali professionali e politiche e hanno tentato di legarle al settore del turismo. In realtà il candidato alla carica di Segretario generale dell'OMC non ha quasi nessuna esperienza nel settore del turismo. Invece il primo ministro georgiano e altri funzionari hanno intrapreso una campagna subdola a suo favore.

Pololikashvili non ha fatto alcuno sforzo per farsi una campagna. In realtà ha evitato di farlo. Si è rifiutato di parlare alle riunioni ufficiali della stessa organizzazione, di cui potrebbe presto essere incaricato e responsabile.

La strategia della campagna Pololikashvili è stata quella di vendere la sua immensa esperienza politica (e del settore privato) con gli ultimi tre governi della Georgia come esperienza nel settore del turismo. Questa è l'unica argomentazione avanzata dal campo di Pololikashvili per il motivo per cui dovrebbe essere Segretario generale della più grande industria del mondo per i prossimi quattro anni.

Mentre la sua esperienza professionale e politica difficilmente può essere criticata, è falso definirlo un esperto di turismo a qualsiasi titolo. È cinico nel migliore dei casi e falso nel peggiore.

Di seguito sono riportati alcuni estratti dal Libro bianco che il campo di Pololikashvili (in cui sembra aver avuto poco coinvolgimento) ha presentato all'UNWTO:

Semplicemente confrontando la biografia sopra dal suo sito web come ambasciatore georgiano in Spagna, dove compare solo la parola "turismo" una volta (nel nome del suo titolo ufficiale WTO), agli estratti sottostanti dal suo Libro bianco, si può vedere dove sono inserite le "credenziali" del turismo (in grassetto) nel testo e tenuamente legato alle sue numerose posizioni nel corso degli anni. La mostra B è un'opera di finzione impressionante

Allegato B:
Da http://cf.cdn.unwto.org/sites/all/files/pdf/h_e_mr_zurab_pololikashvili.pdf

L'Ambasciatore POLOLIKASHVILI ha una vasta esperienza di lavoro nel settore privato e pubblico in posizioni di alto profilo. Lui ha vasta esperienza diplomatica, avendo rappresentato la Georgia presso l'Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO), oltre a servire come ambasciatore straordinario e plenipotenziario presso il Regno di Spagna. Ha inoltre ricoperto la carica di Vice Ministro degli Affari Esteri dal 2005 al 2006.

POSIZIONE ATTUALE

In qualità di ministro dello sviluppo economico della Georgia, l'ambasciatore Pololikashvili era responsabile della supervisione delle strategie di crescita fiscale a lungo termine del paese, del progresso del commercio estero e delle iniziative di politica degli investimenti, nonché per promuovere lo sviluppo del turismo, infrastrutture e trasporti. È stato determinante nel lancio di una politica innovativa per lo sviluppo del turismo in Georgia, dando priorità alla sfera sia nell'agenda del governo che in quella del settore privato.

 Durante il mandato dell'Ambasciatore Pololikashvili come Ministro dello Sviluppo Economico, attraverso riforme politiche chiave, attività di marketing, miglioramento delle infrastrutture e iniziative di liberalizzazione dei visti, la Georgia è riuscita a quasi raddoppiare il numero annuo di arrivi internazionali, da 1.5 milioni (nel 2009) a superare i 2.8 milioni entro il 2011.

Tali riforme hanno aperto la strada a pratiche di turismo sostenibile in Georgia e iniziative per la riduzione della povertà, posizionando la Georgia tra le principali destinazioni turistiche della regione.

Il ministro Pololikashvili ha guidato con successo i processi di liberalizzazione economica, introducendo politiche più favorevoli per le PMI e programmi di incentivi per attrarre investimenti stranieri per lo sviluppo di infrastrutture hard e soft.

2005-2006 Vice Ministro degli affari esteri della Georgia. In questa veste di viceministro degli affari esteri della Georgia, ha supervisionato i dipartimenti amministrativo, di bilancio e finanziario affari consolari, nonché il Dipartimento per la gestione delle risorse umane.

 Pololikashvili era responsabile di inaugurare una nuova fase di regimi dei visti più liberali e sicuri, facilitando i processi per facilitare le procedure di attraversamento delle frontiere e approfondendo le relazioni con varie organizzazioni internazionali, tra cui l'UNWTO.

 Esperienza nel settore privato.

L'esperienza nel settore privato dell'Ambasciatore Pololikashvili comprende diversi anni nei settori finanziario e bancario, servendo come Direttore delle operazioni internazionali per TBC Bank (una delle banche di maggior successo in Georgia), Direttore della filiale centrale di TBC Bank (2001-2005) e Vicepresidente di TBC Group (2010-2011).

Nel 2001 - 2011 l'Ambasciatore Pololikashvili è stato CEO dell'FC Dinamo Tbilisi, la principale squadra di calcio professionistica in Georgia.

Queste domande rimangono senza risposta

(Nonostante i molteplici tentativi di contattare il candidato). Accogliamo nuovamente la sua risposta.)

Nell'agosto 25th, candidati e individui della comunità diplomatica in rappresentanza di 90 paesi membri dell'UNWTO si sono riuniti a Madrid per discutere l'imminente Assemblea Generale a Chengdu, in Cina, e per discutere come rispondere alla controversia che circonda la nomina di Pololikashvili tra le altre questioni. Il candidato, Zurab Polokishvili, non ha detto una sola parola all'organismo che intende governare.
-In poche parole: perché? Per un diplomatico esperto le cui "riforme hanno aperto la strada a pratiche di turismo sostenibile in Georgia e iniziative per alleviare la povertà", deve almeno sapere come esprimere la sua opinione.

-Perché un candidato senza esperienza nel settore del turismo è stato scelto per rappresentare la Georgia all'UNWTO quando c'erano e ci sono dozzine di potenziali candidati esperti?

-Questo è il risultato dello stretto rapporto di Pololikashvili con il primo ministro georgiano o era veramente considerato la persona più qualificata in Georgia sulla base delle sue sole competenze?

-Perché nessun georgiano con le credenziali adeguate ha contestato la sua nomina? Sembra quasi un insulto a quelli del Ministero del Turismo o degli Affari Esteri.

La Georgia ha fatto numerosi accordi dietro le quid pro quo durante il processo di nomina.
-Che cosa stava scambiando e con chi?

-La decisione di Pololikashvili di dare ai membri del consiglio esecutivo dell'UNWTO un intero blocco di biglietti per una partita del Real Madrid del 10 maggio tutto esaurito è stata il palese atto di corruzione che sembra essere o semplicemente un giudizio e un tempismo estremamente poveri da parte di Pololikashvili?

Non c'è una buona risposta a questa domanda. Un uomo che ha ricoperto alte cariche politiche in tre governi georgiani consecutivi non può rivendicare l'ingenuità politica.

-Quindi qual è la spiegazione di Pololikashvili e perché non ne fornisce una ai media?

-Il silenzio di Pololikashvili sulla questione crea l'impressione di colpa, indipendentemente dalla verità. Lui o il suo campo non capiscono abbastanza i media da rilasciare semplicemente una dichiarazione, semplicemente non gli interessa o c'è qualcos'altro in gioco?

-Perché la leadership dell'UNWTO non ha tenuto discussioni e dibattiti aperti sulle qualifiche dei candidati?

-È troppo tardi per eleggere un candidato con le giuste credenziali e con una reputazione che rimane intatta?

Citazioni chiave dalle interviste

(I nomi degli intervistati sono stati omessi per ovvi motivi.)

Da un membro di alto rango del partito UNM che esiste dagli anni Novanta:

“Zura è una di quelle persone nella politica georgiana contro cui nessuno sembra nutrire rancore. È sopravvissuto al [cambio di potere] del 2012 piuttosto comodamente, e ci sono persone in entrambi i campi dell'UNM post-scissione che lo considerano un amico ".

Da un politico georgiano, un ex membro del Parlamento, un ex capo dell'IRI in Iraq e un ex consigliere di Yuschenko (l'ex presidente dell'Ucraina) che conosce la Georgia negli anni 2000 come nessun altro e che è fermamente anti-Saakashvili:

“La maggior parte della fortuna di Pololikashvili è stata accumulata da suo padre, che era un influente uomo d'affari e un uomo di riferimento per i rapporti amichevoli nella Georgia post-sovietica, specialmente durante il mandato di Shevardnadze. Zura stesso era solo un bravo figlio che ascoltava suo padre. È lì che ha acquisito il suo acume e la capacità di negoziare. È un perfetto secondo uomo. "

Da un noto avvocato che in passato ha avuto a che fare con la famiglia Pololikashvili:

“Il buon nome è di famiglia: è sempre stato parte dell'élite. Pololikashvili, Senior, era uno degli uomini d'affari contro cui nemmeno Shevardnadze aveva nulla contro. -Persone ricche, anche se non in modo elegante. "

Da un giornalista anonimo:

“Pololikashvili gode di una reputazione impeccabile. È un diplomatico e uno spacciatore intelligente ed esperto che non ha mai inimicizia con nessuno ".

Da un amico dell'ex capo della Banca nazionale della Georgia:

“È un po 'modesto, il tipo di persona che nessuno insegue o contro. Era un yes-man durante il suo periodo presso TBC [la banca che ha contribuito a creare] e durante il suo mandato come ministro. "

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.